La Unahotels si gioca l'Europa contro Venezia

Il play reggiano Brandon Taylor

Biancorossi in campo all'Unipol Arena con la Reyer nell'ultimo atto della regular season

REGGIO EMILIIA. L'ultimo atto della stagione reggiana andrà in scena alle 20.45 di stasera all’Unipol Arena: a salvezza già acquisita, la Unahotels aggiungerà un capitolo nuovo alla serie infinita con la Reyer Venezia.
In palio, a questo giro, per i biancorossi c’è la chance di accedere a una coppa il prossimo campionato, mentre i lagunari lotteranno per conquistare la quarta posizione nella griglia playoff che li vedrà fra i grandi protagonisti a partire da giovedì sera.
Come noto, Reggio la post season se la vedrà in televisione ma è comunque chiamata a far risultato. E a chiederglielo è la stessa società.

Se la squadra vincerà stasera potrebbe confermare l’attuale decimo posto o, nel caso di sfortunate combinazioni di risultati, scendere di un gradino. In entrambi i casi resterebbe però nella parte della classifica ancora valida per una chiamata dalla Fiba per un torneo continentale. Ciò che vuole il club, insomma.
Per vincere su una Reyer che, con ogni probabilità, recupererà Fotu ma potrebbe non avere a disposizione lo spauracchio Watt, il tecnico biancorosso Attilio Caja non potrà contare sul veterano Koponen, fermato da un probema muscolare a un polpaccio. E visto che con Sims s’è già celebrato nei giorni scorsi il divorzio, Caja se la giocherà con uno straniero in meno.
«Penso a questa partita e mi vengono in mente tre sentimenti - ammette il tecnico della Unahotels - Il primo è il dispiacere per il fatto che siamo all’ultima di campionato. La squadra è in grande crescita, ha fatto un bel percorso e sarebbe stato bello avere qualche partita in più per migliorare il nostro piazzamento. Ci resta quindi un pizzico di rammarico. Secondariamente, dopo il bel finale di stagione, è un peccato non avere il pubblico all’interno del palasport per poter salutare i ragazzi, che sono stati bravi ed hanno fatto il meglio per rappresentare la società e la città. Infine, mi dispiace non poter avere Koponen a disposizione, perché ha contribuito in un modo importante a questa salvezza, come i suoi compagni d’altronde, e forse con la sua qualità ed esperienza ha messo quel qualcosina in più che è risultato decisivo. Gli infortuni non gli hanno permesso di giocare a Sassari e lo han fatto scendere in campo stringendo i denti a Cantù, ma da gran professionista ha sempre fatto di tutto per aiutarci».
All’ultima gara della sua stagione - che , da regolamento, vedrà disputarsi tutte le gare in contemporanea - Reggio arriva dopo due settimane di stop.
«La squadra - rimarca il coach - ha lavorato con grande serietà e senso di responsabilità e son convinto che abbiamo i mezzi per fare la nostra miglior prestazione possibile, pur con grande rispetto per l’avversario che è eccellente e di primo livello. Venezia è un esempio per programmazione e gestione di questi ultimi anni, lavorando sempre con lo stesso staff ed un nucleo solido di giocatori che infatti è stato premiato dai risultati. Tra tutti, mi sento di citare Tonut, giocatore che ha fatto un percorso molto importante ed una crescita esponenziale. Penso si meriti di essere l’MVP del campionato».
Il match sarà trasmesso solo in streaming su Eurosport Player.