Unahotels stai attenta: Venezia darà tutto

Domani Reggio si gioca l’Europa ma la Reyer vuole vincere per ottenere il miglior piazzamento nella griglia playoff

Linda Pigozzi

reggio emilia. Quaranta minuti a disposizione per staccare il biglietto per l’Europa.


La Unahotels deve vincere la sfida di domani con Venezia, atto conclusivo della regular season, per sperare di chiudere non oltre l’11ª posizione e avere le carte in regola per poter disputare una coppa.

Di sentenze, quando manca l’ultima giornata, ne sono state emesse poche. Le uniche certezze riguardano Milano, già sicura del primo posto nella griglia playoff, la De’ Longhi Treviso del reggianissimo Max Menetti che è matematicamente sesta oltre, ovvio, Cantù già finita in A2 .

Ancora apertissima invece la posizione di Venezia.

Ora la Reyer, forte dei 36 punti conquistati, è quinta così come Sassari cui è dietro negli scontri diretti. Venezia potrebbero però arrivare addirittura terza (il secondo posto le è precluso) in caso di un arrivo a tre, a pari punti con Virtus (che a quel punto sarebbe seconda) e Brindisi (che precipiterebbe in quarta posizione), ma pure in caso di arrivo a pari punti con Brindisi e Sassari. In quel caso, i pugliesi di Vitucci scivolerebbero al quinto posto e Sassari sarebbe dietro ai veneti.

Reyer quarta se si verificasse una parità a quattro con Virtus, e Brindisi che le chiuderebbero davanti e Sassari che le sarebbe alle spalle. Il team di De Raffaele sarebbe addirittura quinto in caso di arrivo a tre con Virtus e Sassari. Lagunari sempre quinti se l’arrivo li vedesse appaiati alla sola Sassari, mentre sarebbero terzi se chiudessero a pari punti con la sola Brindisi.

Tutto questo non fa che ribadire l’importanza che il match di domani sera all’Unipol Arena riveste per il club lagunare. Da lì, dalla sfida con la Unahotels, passano i destini ai playoff di Venezia, obbligata a vincere per ottenere la miglior posizione possibile nella griglia di partenza.

Se la lotta sotto s’è conclusa in anticipo con la retrocessione di Cantù arrivata già il 25 aprile scorso, resta ancora aperta la corsa all’ultimo posto disponibile per i playoff.

La Unahotels ne è disgraziatamente fuori, causa pesante passivo negli scontri con Cremona, ma come noto affronterà Venezia con la volontà di staccare il pass per l’Europa.

Facendo il colpaccio nell’ultimo match della regular season, i biancorossi potrebbero infatti chiudere nelle prime undici posizioni (attualmente il team è al 10° posto) e questo consentirebbe loro di aver le carte in regola per una chiamata da parte della Fiba.

Il regolamento federale impone infatti che possano accedere ai tornei continentali solo i club classificatisi nei primi due terzi delle rispettive classifiche nazionali.

Occhio quindi anche agli altri campi: a 20 punti come i reggiani di Caja arrivano alla gara conclusiva anche Pesaro, Fortitudo, Brescia e Varese. Il programma di domani vede lo scontro diretto fra Pesaro e Brescia, mentre la Effe sarà a Trieste (in corsa per il settimo posto) e Varese giocherà a Brindisi.

Il passaggio fondamentale dovrà però farlo la Unahotels:uscire a testa bassa dall’Unipol Arena domani sera, le toglierebbe ogni speranza di tornare a evoluire la prossima stagione sui campi da gioco del vecchio continente. Che, è risaputo, è una delle priorità dei soci della Pallacanestro Reggiana. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA