Reggiana, il dovere di crederci: playout ancora possibili se vince due gare

I granata non sono padroni del loro destino ma venerdì con la Spal e lunedì a Vicenza possono tornare clamorosamente in corsa

REGGIO EMILIA. Potrebbe sembrare persino fuori luogo parlarne, data la prestazione di Pescara, ma per la Reggiana non è ancora finita. Venerdì in casa con la Spal e lunedì a Vicenza non ci sarà in palio soltanto la dignità, ma ancora, potenzialmente, i playout.



Spareggi se...
Vediamo quali sono le combinazioni che consentono di tenere viva la speranza.
La Reggiana potrebbe centrare gli spareggi salvezza se vincesse entrambe le ultime due partite. Deve però scavalcare il Cosenza, che dunque dovrebbe perdere o pareggiare una gara. A questo punto, affinché il divario con la quintultima non sia superiore a quattro punti (altrimenti non si disputano i playout), occorre anche che Pordenone o Ascoli perdano una sfida oppure ne pareggino due.

Vincerle entrambe per Rozzio e compagni non sarà una passeggiata, dato che i ferraresi devono fare punti per centrare i playoff e il Lane non è ancora salvo.

Nel caso la squadra di Alvini facesse quattro punti, potrebbe ancora sperare nei playout soltanto se Ascoli o Pordenone facessero al massimo un punto (e naturalmente il Cosenza perdesse una partita). In questa evenienza, i granata salirebbero a 38 punti e giocherebbero i playout con Ascoli o Pordenone.

In C già venerdì se...
Ragioniamo ora sulla retrocessione. La Reggiana può trovarsi in C già venerdì se perde con la Spal e il Cosenza vince con il Monza; perde con la Spal, il Cosenza non vince ma Ascoli e Pordenone conquistano almeno un punto rispettivamente contro Cittadella (in casa) e Venezia (in trasferta); pareggia con la Spal e Pordenone e Ascoli vincono. In sintesi, con una vittoria domani i granata rimanderebbero il verdetto finale alla partita del Menti.