La Reggiana cade a Pescara: la serie C è a un passo

I granata vanno subito in svantaggio, sbagliano occasioni da gol, prendono un palo e si vedono negare un rigore netto. I playout sono un miraggio

REGGIO EMILIA.  Il solito errore in avvio di gara che costa lo svantaggio. I soliti errori davanti alla porta. Poi un palo, un rigore non fischiato a Zamparo. Insomma, una summa della stagione. La Reggiana cade a Pescara, nel giorno in cui il Cosenza perde a Empoli (toscani matematicamente in serie A) e l’Ascoli pareggia a Reggio Calabria. Un’occasione sprecata per tornare in pista. Forse l’ultima occasione a disposizione.
La Reggiana commette la solita leggerezza a inizio partita. All’8' Rozzio rinvia male e Gyamfi e Varone sono morbidi in marcatura su Capone, che dal limite ha tutto il tempo per mirare e trovare l’angolino alla destra di Venturi.
I granata, colpiti a freddo, reagiscono subito. Al 16’ Laribi entra in area dalla sinistra e costringe Fiorillo a una bella parata in angolo. Al 22’ Kargbo, servito dalla sinistra da Kirwan, spreca malamente sparando alle stelle da poco fuori l’area piccola.  

Reggiana, l'amarezza del presidente: "E' lo specchio della nostra stagione"



Nella ripresa Alvini cambia assetto tattico: dentro Zamparo, schierato unica punta, con Kargbo a sinistra e Cambiaghi a destra. Una soluzione che aumenta subito la pericolosità della Reggiana. Al 61’ Augustus colpisce il palo e pochi minuti dopo Ajeti manda alto da buona posizione. Al 74’ l’attaccante della Sierra Leone non sfrutta un’altra grande occasione e non angola abbastanza: Fiorillo para agevolmente.
Al 75’ Zamparo viene toccato in area ma l’arbitro non fischia un rigore che dal replay appare solare.
L’assedio granata resta sterile, mentre il Pescara allo scadere ha il match point con Valdifiori, ma Venturi è bravo a respingere. Nel recupero Ajeti salva su Ceter lanciato in porta.

PESCARA-REGGIANA 1-0

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Guth, Scognamiglio, Volta, Nzita (dal 33′ st Sorensen); Omeonga, Valdifiori, Machin; Vokic (dal 21′ st Masciangelo), Odgaard (dal 25′ st Giannetti), Capone (dal 25′ st Ceter). A disposizione: Radaelli, Longobardi, Bocchetti, D’Aloia, Tabanelli, Voci, Galano, Riccardi, Chiarella. Allenatore: Gianluca Grassadonia.
REGGIANA (4-2-3-1): Venturi; Gyamfi (dal 26′ st Lunetta), Ajeti, Rozzio, Kirwan (dal 32′ st Ardemagni); Rossi, Varone (dal 32′ st Pezzella); Siligardi (dal 13′ st Zamparo), Radrezza, Laribi (dal 13′ st Cambiaghi); Kargbo. A disposizione: Cerofolini, Libutti, Martinelli, Zampano, Espeche, Muratore. Allenatore: Massimiliano Alvini.
Rete: 8'st Capone.
Arbitro: Roberto Ros di Pordenone (Berti, Palermo; Di Martino).
Note - Ammoniti Valdifiori, Odgaard, Volta, Machin (P); Gyamfi (R).