Bagnolese, un pari nello scontro salvezza Va sotto ma poi riagguanta il Ghiviborgo

I rossoblù restano appaiati ai toscani a quota 29 punti: nel primo tempo Tzvetkov risponde di testa al gol di Cargiolli 

Luca Cavazzoni

BAGNOLO IN PIANO. Classifica alla mano era un recupero di campionato che sarebbe stato da vincere, con la Bagnolese che era pienamente consapevole dell’importanza della posta in palio. Ma per come lo scontro diretto del Fratelli Campari si era messo è utile non aver perso. I rossoblù dimostrano ancora una volta di poter lottare fino alla fine per l’obiettivo della salvezza.


Terzo risultato utile consecutivo per Faye e compagni, che si tengono a braccetto proprio col Ghivizzano Borgoamozzano ma con ancora due gare da recuperare. E per la terza volta di fila mister Claudio Gallicchio propone in avvio gli stessi undici, anche se passa dal modulo 4-3-1-2 ad un classico 4-4-2.

Nella prima mezzora di gioco ci sono tre episodi pesanti che girano contro la Bagnolese, rischiando di minarla sia moralmente che sotto l’aspetto psicologico. A metà frazione lungo corner di Scappi per il colpo di testa di Faye, la sfera rimbalza nei pressi dell’area piccola dove c’è il successivo tocco sempre aereo di Notari che finisce nel sacco. Ai rossoblù viene strozzato l’urlo in gola, la bandierina alzata del primo collaboratore Perali annulla la prodezza per un fuorigioco tutto da rivedere. A gioco fermo al 27’ Capiluppi frana a terra dopo un presunto contatto proibito con Messina che poi s’allontana frettolosamente, ci vuole l’intervento per un paio di minuti dell'arbitro Fichera per riportare la calma in campo. Come se non bastasse, nell’unica sua distrazione l’undici reggiano va pure sotto nel punteggio. Palla dell’ex Lentigione Muscas per Chianese che s’inventa un colpo di tacco a smarcare Cargiolli, che a sua volta buca Auregli con un’imparabile girata al volo di prima intenzione. I rossoblù però non si smarriscono, anzi reagiscono con determinazione e convinzione riuscendo a raddrizzarla prima dell’intervallo. Angolo del solito Scappi al 40’, potente incornata da sottomisura di Tzvetkov che vale il pari locale ed il suo quinto centro stagionale.

Nella ripresa regna l’equilibrio, ma la Bagnolese pare crederci un tantino di più dei toscani. Auregli al 32’ s’oppone ad un tiro dalla distanza del neo-entrato Donatini, poi ospiti in dieci al 37’ per il secondo giallo a Gregov. Prova il tutto per tutto mister Gallicchio passando ad un 3-5-2 che possa allargare il gioco, ma finisce con lo stesso punteggio dell’andata. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA