Gran colpo dell’Arag Mussini e soci impongono al Verbania il primo stop

rubiera. Una grande Arag spezza l’imbattibilità del Possaccio di Verbania e, con i tre punti conquistati, rimane nella scia della Oikos di Fossombrone nella corsa per i playoff.

Trascinati dalle ottime prestazioni di Mussini e Manuelli, il team diretto da Ruozi riscatta il pesante ko subito all’andata in quel di Verbania e dimostra di poter competere anche in questo campionato, purtroppo a porte chiuse, con le migliori d’Italia.


I piemontesi agli ordini del ct Tosi hanno presentato Paone nell’Individuale,Andreani-Roberto Signorini e Scicchitano nella terna e le coppie Paone-Scicchitano e Andreani-Signorini .

Il team reggiano ha schierato Truzzi nell’Individuale, Mussini-Manuelli e Ricci nella Terna e le coppie Mussini-Truzzi e Manuelli-Ricci con Incerti ,Brandoli e Tirelli a disposizione.

Al termine del 1°tempo il match è in perfetta parità in conseguenza della doppia vittoria per 8-5 di Paone su Truzzi nell’Individuale e della altrettanto doppia vittoria reggiana nella Terna per 8-2 e 8-5 di Mussini, Manuelli e Ricci a spese di Andreani-Signorini e uno Scicchitano molto falloso.

Come a Rimini nel turno precedente, Mussini e compagni riescono a vincere nella specialità della coppia.

Mussini e un rinfrancato Truzzi si aggiudicano entrambi i set per 8-3 su Scicchitano-Paone e Ricci-Manuelli conquistano il punto decisivo vincendo per 8-5 sulla coppia Andreani-Roberto Signorini.

Gioia contenuta al termine del match per Ruozi e i suoi giocatori perché l’obiettivo non è ancora raggiunto.

«Oggi si è vista la vera Ruberese- ha commentato Ruozi- quando riusciamo a rimanere concentrati possiamo fare grandi cose».

« Non abbiamo ancora fatto niente- ha proseguito Manuelli - abbiamo ancora tre incontri e li dobbiamo vincere tutti e tre per arrivare ai playoff». —

G.O.

© RIPRODUZIONE RISERVATA