Una Bagnolese tutto cuore frena la corsa del Lentigione

Al Fratelli Campari finisce 0-0 e per la prima volta i rivieraschi non segnano A inizio ripresa Altinier entra e si fa espellere poco dopo: la vetta si allontana

Luca Cavazzoni

Bagnolo. Reti inviolate tra Bagnolese e Lentigione. Il derby del Fratelli Campari termina con un giusto pareggio. Più che per la classifica, il punto fa bene al morale dei rossoblù, tornati in campo dopo tre settimane causa Coronavirus. I biancorossi patiscono l’allungo in vetta sia del Fiorenzuola che dell’Aglianese, entrambe vittoriose, ma domenica recupereranno la trasferta di Rimini.


La compagine di Claudio Gallicchio ha messo in campo attenzione e determinazione, stringendo anche i denti per coprire alla distanza una prevedibile carenza atletica dovuta ai pochissimi allenamenti svolti. Dopo l’intervallo l’undici di Roberto Notari ha cercato di spingere sull’acceleratore con un assetto più offensivo, ma l’espulsione-lampo del neo-entrato Altinier ha complicato di molto i piani.

I padroni di casa si sono presentati senza Cocconi, Dembacaj, Pane e Silipo. Il Lentigione senza il solo Scalini, squalificato e sostituito davanti alla difesa da Martino. In campo moduli speculari, entrambe infatti hanno adottato il 4-3-1-2.

Nei rossoblù Buffagni alla prima da titolare, con Cuoghi “inventato” alle spalle dei due attaccanti Leonardi e Tzvetkov. Nei biancorossi Piccinini schierato mezzala destra e non sinistra.

Per la prima azione degna di nota bisogna aspettare la metà della prima frazione, con la fuga palla al piede di Tzvetkov, che entra in area dalla sinistra ma poi è chiuso dall’uscita di piedi di Sorzi. Ancora Bagnolese al 24’ con un diagonale di Leonardi respinto da Sorzi, poi è lesto Tarantino a rifugiarsi in corner anticipando Tzvetkov. Il Lentigione si scuote, ci prova Piccinini al 27’ ma sul suo tiro dal limite dell’area c’è Auregli a distendersi in angolo. Alle soglie dell’intervallo Bouhali raggiunge il fondo e crossa all’indietro, Staiti colpisce troppo sotto ed il suo destro di prima intenzione da buona posizione sorvola la traversa.

Al rientro dagli spogliatoi il cambio ospite con Altinier a rilevare Bouhali, col Lentigione che disegna un più offensivo 4-3-3 con Caprioni vertice centrale dell’attacco. Neppure il tempo di spaventare i rossoblù che Altinier viene espulso per doppia ammonizione, dato che all’11’ commette fallo su Davide Calabretti e poi gli rifila un calcetto, buscando due gialli in pochissimi secondi. Pur con l’uomo in meno il Lentigione non demorde: al 23’ corner di Staiti e piattone da sottomisura di Zagnoni con Auregli che allontana. Episodio curioso al 36’ quando il massaggiatore locale Fabio Biagini deve riparare la scarpa sinistra dell’arbitro Monesi con una vistosa fasciatura. Nel finale Montali reclama un rigore nel contatto in area con Tarantino, poi in pieno recupero riecco in campo Formato a due mesi e mezzo dall’infortunio alla coscia sinistra. Punto d’oro per la Bagnolese dopo due ko consecutivi, ventiquattresimo risultato utile di fila per il Lentigione che per la prima in stagione non va in gol. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA