Vikings dai due volti prima spreca e rischia poi si sveglia e vince

Contro il Follonica in casa la squadra di Galluccio ha faticato riuscendo ad avere la meglio soltanto nel secondo tempo 

Nicolò Rinaldi

RUBIERA. Dal punto di vista dei risultati, fin qui il 2021 è davvero un anno da incorniciare per i Vikings Rubiera: dopo avere superato i problemi legati ai contagi Covid, i pallamanisti biancorossoblù hanno inanellato un filotto di vittorie che li ha portati in piena zona play off. Sabato al Pala Bursi si è giocato per il 16° turno di A2, e la formazione di Galluccio ha centrato la sesta vittoria consecutiva nel corrente anno solare. Due punti preziosi e al tempo stesso sofferti per i padroni di casa, che nel primo tempo hanno pagato i numerosi errori in chiave offensiva: al 7' i "Vichinghi" conducevano sul 5-3, ma poi i maremmani hanno approfittato al meglio delle imprecisioni avversarie per ribaltare la situazione. Così al 17' il tabellone certificava il vantaggio ospite, con il punteggio di 6-8: a seguire i rubieresi hanno piazzato un 4-0 in proprio favore, però la Starfish non ha mollato giungendo all'intervallo con un solo gol di ritardo.


Nella ripresa i biancorossoblù hanno trovato quell'efficienza in attacco che nei primi 30' era mancata: da segnalare i felici rientri di Lorenzo Pedretti e Sebastiano Garau. «Follonica ha un portiere di notevole talento come Garcia Giugno - commenta Luca Galluccio, allenatore dei Vikings - Tuttavia, noi abbiamo sbagliato ben 30 conclusioni dai 6 metri: una quantità di errori che deve farci riflettere». Sabato prossimo il duello sul parquet della capolista Carpi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA