Unahotels e Olimpia da avversari ad alleati. Il destino dei biancorossi è legato a Milano

Domenica sfida con l’AX ma per entrare alla Final Eight si dovrà tifare per Cinciarini nel recupero del 19 gennaio con Cremona 

REGGIO EMILIA. Legata a doppio filo all’AX Milano. La Unahotels vede i propri destini nell’immediato futuro dipendere strettamente da quelli della regina della prima parte della stagione.

Domenica il team di Antimo Martino scenderà a mezzogiorno al Forum di Assago per sfidare l’ex Cinciarini e il resto di una truppa stellare.


Se a dar manforte a un gruppo provato e ridotto ai minimi termini come quello reggiano, ci sarà Dominique Sutton lo si sa saprà solo nelle prossime ore. Sutton o meno, la sfida è almeno sulla carta proibitiva.

Reggio si troverà però a tifare Armani Exchange poco più di 48 ore più tardi. È infatti in agenda alle 17 di martedì 19 gennaio il recupero della gara del pala Radi fra Vanoli Cremona e Olimpia.

In caso di sconfitta di Milano, sarà la Vanoli ad aggiudicarsi la settima posizione nella griglia della Final Eight di Coppa Italia, in programma dall’11 al 17 febbraio al Forum di Assago, a condizione che l’Openjobmetis Varese superi l’Allianz Trieste nel recupero (mentre sarebbe ottava se i triestini dovesse battere Varese).

La sconfitta della Vanoli qualificherebbe invece la Unahotels all’ottavo posto e permetterebbe all’Allianz Trieste, comunque già qualificata, di occupare la settima posizione anche in caso di sconfitta nel recupero contro l’Openjobmetis di Bulleri.

Se la Pallacanestro Reggiana dovesse tornare dopo anni fra le magnifiche otto che battaglieranno per sollevare la Coppa Italia, primo torneo stagionale del 2021, ironia della sorte ritroverebbe ancora Milano.

Nonostante debba ancora giocare una gara del girone d’andata, la fuoriserie meneghina ha già conquistato il titolo di campione d’inverno. Il che la colloca dritta nello spot numero 1 della griglia di partenza della Final Eight 2021 e al primo turno la mette di fronte per una curiosa coincidenza all’ottava classifica dell’andata: Reggio, appunto, se la stessa Milano supererà la Vanoli.

Per quanto riguarda i confronti del primo turno della Coppa Italia sono due i quarti di finale già definiti: Virtus Bologna-Reyer Venezia (di fatto il reloaded della sfida nei quarti di finale della scorsa edizione, vinta di un soffio dai lagunari che poi conquistarono il trofeo) e Sassari- Pesaro. Per il resto si dovrà attendere martedì sera.

Di certo il pronostico del recupero con Cremona, decisivo ai fini della composizione della griglia, è tutto dalla parte di Milano.

Forte, quando non fortissima, lunga e ben strutturata l’AX del veterano Messina si basa su un pacchetto esterni di livello assoluto, mentre sotto canestro, pur contando su elementi di valore, il team s’è trovata un pelo a soffrire in Eurolega, complici anche gli infortuni.

In campionato il miglior marcatore del team è al momento Zach Leday.

L’ala di Dallas che sta viaggiando a oltre 16 punti di media a sera, oltre a farsi sentire anche sotto le tabelle.

L’anima del gioco resta Sergio Rodriguez, uno dei migliori play d’Europa. El Chacho è un metronomo in grado di dettare i ritmi di gioco e mettere sempre e comunque in ritmo i compagni, ma pure capacissimo di prendersi responsabilità offensive nel caso gli eventi lo richiedano.

Dove può essere battibile la Milano di Rodriguez e di Gigi Datome, rientrato dopo l’infortunio?

In Eurolega il team ha mostrato carenze a rimbalzo, nello specifico quando ha s’è trovato a fare i conti con centroni muscolati. In campionato sono emerse solo a tratti le difficoltà a rimbalzo, suffragate pure dalle statistiche.

In serie A, nei rimbalzi offensivi, l’AX è solo quarta, dietro a Brindisi, Virtus Bologna e Trieste.

Il dato è almeno parzialmente falsato dal fatto che in campionato, il tecnico Messina scelga spesso di non sovraccaricare Kyle Hines, preferendo “risparmiarlo” per le battaglie in giro per l’Europa.

La mancanza di un rimbalzista in grado di spostare gli equilibri in Eurolega ha spinto la dirigenza del pluridecorato club milanese a guardare al mercato.

Se arriverà il rinforzo di lusso sarà in ogni caso solo per far la differenza nella fase più calda della coppa, visto che l’Olimpia ha già speso tutti i sei visti a disposizione per gli extracomunitari consentiti in serie A. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA