Notari sull’episodio chiave «Il tiro di Tozzi era entrato»

Luca Cavazzoni

sorbolo Mezzani (Pr). Ha creato i presupposti per vincere ma si deve accontentare di un punto il tecnico del Lentigione Roberto Notari.


«Il calcio è questo - ammette - loro al contrario di noi hanno trovato il gol con un solo mezzo tiro in porta. Dalla panchina faccio fatica a giudicarlo, ma i ragazzi hanno detto che l’occasione di Tozzi era entrata. Era l’episodio che poteva cambiare la gara, andare in vantaggio avrebbe costretto la Bagnolese a scoprirsi e per noi sarebbe stato tutto più facile. Abbiamo avuto tante occasioni per vincerla, ma è anche vero che abbiamo trovato il pareggio solo nel finale. Nessuno finora ha vinto facilmente contro la Bagnolese, perché gioca un calcio ostico e mette in campo la cattiveria giusta. È un buon punto, ma dovevamo essere più concreti avevamo fuori giocatori importanti come Staiti e Caprioni, però non mi piace parlare degli assenti».

Secondo gol stagionale per il capitano Davide Zagnoni.

«Non avrei trovato giusta una mia espulsione, perché il primo giallo era stato esagerato - avverte - forse il secondo sarebbe anche potuto starci, ma in Serie D non puoi ammonire come capitato a me in avvio di gara con un giallo che poi mi ha condizionato. Meritavamo di vincere per occasioni create e gioco espresso, al tempo stesso faccio il mea-culpa per quel pallone che ho gestito male sul loro vantaggio. Però abbiamo fatto il massimo, ma come ci capita spesso in questo periodo al primo mezzo errore becchiamo gol». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA