Macché Riad, la Supercoppa si assegna al Mapei Stadium

REGGIO EMILIA

Fresco reduce dalla bella vittoria della nazionale azzurra, contro la Polonia in Nations League, lo stadio di Reggio Emilia, sembra non voler in alcun modo abdicare al ruolo di teatro dei grandi eventi. E qualche maligno dice anche dei grandi eventi senza pubblico.


Ma tant’è: il pullman della nazionale ha da poco lasciato Reggio e già sullo stadio cittadino s’affaccia un nuovo evento calcistico di primo piano. L’annuncio è di queste ore: la Supercoppa Italiana, il trofeo che mette di fronte la vincitrice del campionato e quella della Coppa Italia, si assegnerà a Reggio Emilia. La data, non ancora ufficiale, è quella del 20 gennaio.La Supercoppa italiana torna a disputarsi in Italia dopo due anni in Arabia Saudita. Dopo anni in cui labramosia di guadagni delle società italiane ha portato una finale per definizione tutta italiana a celebrare i suoi rituali in giro per il mondo al pari di un qualunque spettacolo circense, ora il Coronavirus ha rimesso le cose a posto. La complicata situazione attuale porta a limitare al minimo gli spostamenti delle squadre all’estero e questo anche per un semplice discorso di prevenzione. Inoltre ci sono i tanti impegni, nazionali e internazionali, che attendono le due squadre. Nel corso degli ultimi dieci anni, la Supercoppa è stata assegnata per tre volte in Italia (una a Milano e due a Roma), tre in Cina, due in Qatar e due in Arabia Saudita. Per undici volte la gara si è disputata lontana dai confini italiani. La prima volta fu nel 1993, quando Milan e Torino si contesero il trofeo a Washington. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi