Il Lentigione recupera la gara con il Querceta il 29 novembre

REGGIO EMILIA. Il campionato di Serie D non riprenderà domenica 29 novembre, dato che la Lega Nazionale Dilettanti ha ufficializzato la proroga alla sua sospensione fino a domenica 6 dicembre.

In realtà come nel caso precedente si tratta comunque di un finto stop, dato l’intenzione è stata quella di concedersi un’altra giornata per provare a disputare dei recuperi. Per il 29 novembre alcuni sono già stati fissati, tra i quali la gara del Lentigione in terra toscana contro il Real Forte Querceta che ha già subito quattro rinvii.


Sempre per quanto riguarda il girone D inseriti in calendario altri quattro recuperi, precisamente Corticella-Seravezza Pozzi, Fiorenzuola-Forlì, Rimini-Aglianese e Sammaurese-Marignanese Cattolica.

Il 6 dicembre quando riprenderà il campionato si giocherà invece il turno che sarebbe stato in agenda domenica 8 novembre in concomitanza con la precedente sospensione, poi l'intero calendario verrà traslato tutto in avanti mantenendo così l’ordine cronologico delle giornate.

Si ripartirebbe quindi con Bagnolese-Real Forte Querceta, Forlì-Correggese e Prato-Lentigione, mentre gli altri recuperi saranno calendarizzati dopo il 6 dicembre (tra i quali Aglianese-Bagnolese, Correggese-Mezzolara, Bagnolese-Correggese e Correggese-Prato).

La decisione d’inizio novembre di fermarsi fino ad oggi per dare priorità ai recuperi si è rivelata un autentico flop, dato che tra domenica 8, domenica 15, mercoledì 18 e domenica 22 il girone D ad esempio è riuscito a giocare una sola gara (Seravezza Pozzi-Fiorenzuola 0-1). Questo ha portato a rinviare ulteriomente i recuperi, oltre ad andare ad accumulare ora ben cinque turni di campionato interamente portati avanti nel tempo con lo slittamento del calendario (mercoledì 2 dicembre era previsto infatti il primo infrasettimanale della stagione). È palese ormai che solamente una modifica all'attuale protocollo sanitario potrebbe consentire alla Serie D di provare ad andare avanti in maniera più regolare, il cui faldone la Lega Nazionale Dilettanti ha presentato proprio in questi giorni al vaglio della Figc nell’attesa di una sua approvazione.

Gli snodi chiave sono l'introduzione di tamponi rapidi due giorni prima di ogni partita, oltre a stabilire un numero di eventuali contagiati che costringerebbe al rinvio o consentirebbe comunque di giocare (regole che sarebbero introdotte anche nel campionato degli Juniores Nazionali). Dopo il suo ultimo impegno di domenica 1 Novembre vinto tra le mura amiche col Sasso Marconi, il Lentigione tornerebbe quindi in campo il 29 Novembre che per la società rivierasca sarebbe dopo quattro settimane. Per Correggese e Bagnolese il prossimo impegno è invece fissato direttamente al 6 dicembre in concomitanza con la ripresa del campionato, ma essendo alle prese rispettivamente con uno e ben nove casi di positività al Coronavirus la situazione è tutta in divenire. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi