Ascensore, Led e nuovo fondo L’interno del Bigi si trasforma

I lavori del secondo stralcio partiranno ad aprile e dureranno circa sette mesi Per la Unahotels si prospetta un inizio di stagione ancora lontano da Reggio 

reggio emilia

Scatteranno ad aprile e dureranno circa sette mesi i lavori del secondo stralcio del Bigi.


In settimana, la giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione del nuovo stralcio di lavori di riqualificazione del palasport di via Guasco: un intervento, realizzato con un investimento di 2,7 milioni di euro da parte del Comune di Reggio Emilia mirato a valorizzare e migliorare la struttura a livello antisismico, energetico, architettonico, acustico, oltre che normativo.

Per la Pallacanestro Reggina si prospetta quindi un inizio di stagione lontano da Reggio, almeno per quanto riguarda le primissime gare del campionato 2021/22.



Il primo stralcio era stato completato nel 2016 e aveva portato all’impianto un migliaio di posti in più.

In questo nuovo stralcio di lavori, si procederà invece al consolidamento della struttura del pala, rinforzandola e portando un miglioramento sismico sulle strutture in cemento armato e su quelle metalliche di copertura.

Saranno riqualificati gli ambienti interni per renderli più moderni e confortevoli. Sarà realizzata una nuova controsoffittatura al posto di quella attuale, ormai usurata, e sarà rifatto il parquet del campo da gioco che oggi presenta avvallamenti e cedimenti in più punti.

Oltre ai vari interventi di manutenzione necessari, per favorire l’ammodernamento della struttura sarà installato un ascensore per rendere più agevoli i movimenti delle persone e dei materiali tra i vari piani del palasport.

Si andrà quindi a lavorare anche nel piano interrato, ridisegnandone gli spazi per creare locali più adatti alle esigenze attuali dei fruitori dell’impianto.

Restyling totale, poi, dei servizi igienici, degli spogliatoi di staff, atleti e arbitri, dell’infermeria, dei depositi e dei magazzini. Si andrà inoltre ad allestire una sala adatta a ospitare le conferenze stampa.

Al piano terra sono invece previsti interventi di adeguamento e rinnovo dei servizi igienici degli spettatori, mentre al primo piano verrà sistemata la palestra già presente e saranno avviati i lavori per la costruzione di nuovi servizi igienici idonei alle esigenze delle persone con ridotta mobilità.



In un’ottica di riqualificazione e risparmio energetico dell’intera struttura, saranno riprogettati gli impianti elettrici e meccanici, sfruttando soluzioni con bassi costi di manutenzione. Si procederà alla sostituzione completa dell’impianto di ventilazione e riscaldamento dell’aria e alla posa di un nuovo sistema di illuminazione a Led del campo da gioco e di una nuova copertura sull’intero edificio. Ulteriori interventi riguarderanno anche la struttura esterna: in particolare saranno risistemate le facciate vetrate sui lati ovest ed est con nuovi serramenti più performanti da un punto di vista energetico, che rispettino la luminosità esterna richiesta dalle riprese tv.



«L’impegno dell’amministrazione comunale a favore del Bigi continua – dice il sindaco Luca Vecchi – dopo esserci fatti carico qualche anno fa, con risorse pubbliche, dell’aumento della capienza, portandola sino a oltre 4.500 posti, è il turno di questa seconda serie di lavori che renderanno l'impianto ulteriormente confortevole, bello e sicuro non soltanto per le società professionistiche ma per tutti».

«Con questo secondo stralcio di riqualificazione del Bigi, vengono restituiti ulteriore valore e qualità ad un luogo che si colloca nel cuore della città, a cui tutti i reggiani sono profondamente affezionati - spiega Nicola Tria, assessore ai lavori pubblici - Agendo sul Bigi, si contribuisce in generale alla qualità e attrattività del centro storico, in cui l’edificio è inserito».

«È un intervento di riqualificazione importante di uno degli spazi sportivi più significativi della città – dice l’assessora allo Sport Raffaella Curioni –. Stiamo lavorando anche per inserire all’interno del palasport cittadino immagini e murales che raccontino il valore dello sport per la città di Reggio Emilia, con il coinvolgimento del Tavolo della Street art e delle scuole». —