Finisce in parità il primo derby della stagione tra Correggio e Scandiano

Mirco Bertolucci protagonista della bella rimonta della Bdl su Scandiano

Al Pala Pietri, nella prima giornata del campionato di serie A finisce 4-4 lo spettacolare match che vedeva di fronte la Bdl Correggio e l'Hockey Scandiano

CORREGGIO. Finisce con uno spettacolare ed emozionante 4-4 il derby Correggio-Scandiano, valevole per la prima giornata del campionato di Serie A1 di hockey pista. Un pari anche clamoroso, considerando che, a due minuti dalla sirena, gli ospiti erano avanti quattro a due.

Il match, che al PalaPietri vedeva contrapposti padre e figlio (i due Barbieri: Massimo, allenatore dello Scandiano, e Nicolas, giocatore del Correggio), è stato equilibrato, nonostante ci sia da dire che la Bidielle ci ha provato un po' di più, trovando peraltro un Luca Hernandez Zamora strepitoso.

La partita vede, nelle prime battute, un Correggio più incisivo. Luca Hernandez Zamora respinge a più riprese i tentativi dei padroni di casa (che spesso si procurano con estrema facilità le occasioni per concludere) ma non può nulla sulla stoccata – al nono minuto – di Garcia Galbas. Dall'altra parte anche Campor deve prodursi in qualche buon intervento, ma la pressione cui deve far fronte è sicuramente minore. Scandiano, comunque, c'è, prende campo e al minuto venti ottiene il pareggio con il proprio capitano, Alessandro Franchi.

Al rientro in campo dopo l'intervallo è il Roller che parte con più decisione, trovando il vantaggio con una pregevole deviazione di Hernandez Sdaez su conclusione di Ballestero. Aumentano i ritmi di gioco, il derby si fa a tratti entusiasmante. La Bidielle preme, e ottiene il meritato pari con la rete – al nono – di Mattugini. Su un contropiede correggese (11.25) l'estremo difensore rossoblù sposta la porta causando un rigore che riesce poi, su tentativo di Mirko Bertolucci, a respingere. Correggio spinge, Scandiano – in contropiede – segna. Il nuovo vantaggio, ottenuto al sedicesimo, è di Ballestero. Vantaggio che diventa doppio con la rete, ancora una volta in contropiede, di Hernandez Saez, quando alla sirena mancano quattro minuti. Tutto finito? Macché. Bertolucci (21.49) riduce dapprima le distanze, per poi (dopo la mancata trasformazione da parte di Franchi della punizione di prima decretata per il decimo fallo di squadra correggese) trovare il 4-4 a cinquantotto secondi dal termine.