Furlanetto cuore biancorosso «Ho scelto di restare qui in un momento difficile»

Il forte terzino da questa stagione sarà anche coordinatrice delle attività giovanili «Lottiamo per tornare nel palcoscenico che meritiamo» 

Casalgrande

Ilenia Furlanetto è sempre tra i grandi nomi della pallamano femminile, e adesso avrebbe potuto cambiare casacca senza problemi continuando l’esperienza in A1: invece, l’autoretrocessione biancorossa non ha scalfito il legame che accomuna lo Spallanzani Casalgrande e il forte terzino classe ’88. «La mia decisione nasce dal consolidato rapporto che ho con la società. In un momento così difficile, ho voluto esserci senza esitazioni: punto a dare un preciso contributo per tornare dove meritiamo».


Quali sono i principali ricordi del suo percorso con Casalgrande in A1?

«I primi che mi vengono in mente riguardano il periodo con Yassine Lassouli alla guida del gruppo: nel 2017 siamo approdate agli spareggi scudetto per la prima volta nella storia del club, traguardo raggiunto anche ».

Come sarà la prossima serie A2?

«Ci sarà da divertirsi, soprattutto se le prime anticipazioni sul girone saranno confermate: in tal caso affronteremmo una grande potenza del calibro di Brescia, ma anche Dossobuono che punta con fermezza all’A1 proprio come noi. Poi conosciamo bene il Marconi Jumpers Castelnovo Sotto, perché l’abbiamo affrontato in tante amichevoli: i derby con loro sarebbero certamente frizzanti e per nulla scontati».

Le eventuali trasferte in Sardegna potrebbero complicarvi il cammino?

«Il traguardo di Casalgrande deve essere quello di tornare subito in A1: una meta che bisognerà cercare di raggiungere senza farsi influenzare dalla consistenza delle avversarie».

In questa stagione sarà anche coordinatrice delle attività giovanili.

«È un incarico che rappresenta un motivo ulteriore per rimanere qui a Casalgrande: per me, i ragazzi e ragazze che vestono la maglia casalgrandese sono una vera grande famiglia». —