Nicolò Teneggi, da San Maurizio alla maglia azzurra

Il baby reggiano Nicolò Teneggi convocato in nazionale

Il giovane mediano d'apertura è uno dei talenti cresciuti alla scuola del Valorugby e nei giorni scorsi è stato chiamato a far parte della Nazionale Under 20

REGGIO EMILIA. Il movimento rugbystico reggiano continua a raccogliere i frutti di ciò che ha seminato in questi anni di grande crescita. È di questa settimana la notizia di una doppia convocazione per altrettanti giovani giocatori reggiani.

Il 16enne Jacopo Bondavalli, infatti, è stato inserito dalla Federazione Italiana Rugby tra i migliori prospetti in ambito nazionale meritevoli di entrare nell’Accademia, il centro di formazione permanente della Fir a Milano. Chi fa già parte da due anni dell’Accademia è un altro giovane reggiano del Valorugby, il mediano di apertura Nicolò Teneggi, che nei giorni scorsi è stato convocato dal commissario tecnico Massimo Brunello per un raduno della nazionale Under 20 in programma da 13 al 15 luglio a Parma. Per Teneggi, che in passato aveva già fatto parte di alcune selezioni giovanili italiane, si tratta della prima e vera convocazione in una nazionale ufficiale.

«Non me l’aspettavo - ammette - ma sono naturalmente più che felice perché vestire la maglia azzurra credo sia il sogno non solo di ogni rugbista, ma di tutti gli sportivi. Inoltre sarà l’occasione per ritrovare alcuni miei amici dell’Accademia e confrontarmi con i migliori giocatori della mia età».
 
In attesa dell’inizio del terzo e ultimo anno in Accademia (le convocazioni saranno diramate nei prossimi giorni), Teneggi si sta allenando in queste settimane con la prima squadra del Valorugby agli ordini di coach Roberto Manghi.  «Stare nel gruppo della prima squadra è fantastico, un’esperienza stimolante - spiega -. Da giocatori nel mio ruolo come Rodriguez e Newton posso davvero imparare tanto, loro sono ad un livello ancora lontano per me, ma l’obiettivo è di imparare e continuare a crescere. Magari ritagliandomi un po’ di spazio in campo nella prossima stagione».
 
Teneggi è di San Maurizio, ed è studente al quinto anno di liceo scientifico. L’approccio con il rugby a sei anni. 
«Frequentavo la prima elementare. I miei, guardando una partita della nazionale in tv, ebbero l’idea di iscrivermi al Rugby Reggio e tuttora gliene sono grato. Ho cominciato a giocare con l’Under 7 e via via, ho fatto tutta la trafila delle giovanili. Il Valorugby mi dà l’opportunità di allenarmi, studiare e pensare in grande. La convocazione in Under 20 è una nuova tappa del mio percorso di crescita»