La Bagnolese cede al Caldiero nella semifinale d'andata

Il tecnico della Bagnolese Claudio Gallicchio

Finisce 3 a 1 per i veneti la gara d'andata

CALDIERO (Verona). Perde la semifinale d'andata della fase nazionale della Coppa Italia la Bagnolese, che cede alla distanza al Caldiero Terme. Risultato molto pesante per i rossoblù, chiamati mercoledì prossimo al Fratelli Campari alla grandissima impresa.

Gli uomini di Claudio Gallicchio pagano dazio alle assenze nella zona nevralgica del campo, nonostante l'eurogol di Riccardo Zampino gli avesse illusi di poter uscire almeno indenni dal Berti. La finalissima con in palio la Serie D passerà necessariamente dal match di ritorno, con la Bagnolese che dovrà per forza di cose aggrapparsi al comunque pesante gol segnato in trasferta. Rossoblù affondati da un micidiale e letale uno-due veneto nel corso della ripresa, che ora rende chiaramente tutto più difficile e complicato.

La prima sconfitta stagionale in Coppa Italia rischia di costare veramente carissimo ai ragazzi di Claudio Gallicchio, ma pur riconoscendo l'enorme valore e l'indiscusso potenziale del Caldiero Terme è bene ragionare che nulla è ancora compromesso. Primo tempo. Un tris di assenti nella Bagnolese, senza l'infortunato Signoriello e gli squalificati Marani e Vernia. Per arrivare a venti nel referto, ecco che nei rossoblù c'è Shashviashili dalla Juniores. Per Gallicchio è 4-1-4-1: in difesa coppia centrale Oliomarini-Farina, in regia Covili, esterni Silipo e Martino, riferimento offensivo Formato.

Al primo affondo concesso la Bagnolese va sotto, sorpresa sulla sua sinistra dal lancio di Filiciotto e con Auregli incolpevole sull'inserimento in area e botta di Zerbato (22'). Contromossa rossoblù che passano al 4-2-3-1, con Covili e Faye in mediana ed un tris di ispiratori a sostegno di Formato (28'). Ma i ragazzi di Claudio Gallicchio faticano a reagire correndo un altro rischio appena scavalcata la mezzora: prima Auregli allontana in tuffo un tiro-cross di Zerbato e poi è Farina è murare su Guccione quasi a colpo sicuro. Un giro di lancetta ancora Auregli a salvare la Bagnolese, quando a mano aperta alza quel tanto che basta sopra la traversa una velenosa capocciata di Zanetti. Poi pari rossoblù al 38', con un'autentica magia costruita e cercata da Zampino.

Quest'ultimo porta avanti palla poi con una serie di finte trova lo spazio per girarsi da appena dentro l'area ed infilare all'incrocio dei pali (diciottesimo gol stagionale, l'ottavo in Coppa Italia, il terzo in fase nazionale). Secondo tempo.

Pronti via gli uomini di Claudio Gallicchio concedono un colpo di testa a Filiciotto, ma Auregli si rifugia in corner. A metà frazione Bagnolese di nuovo in svantaggio, con Auregli che non può arrivare sulla sventola di Zanetti diretta all'incrocio dei pali dalla distanza. Su ripartenza i rossoblù buscano poi il tris, con la girata di testa del neo-entrato Brunazzi che bacia la parte interna del palo e termina nel sacco (26'). Qualche cambio per Gallicchio nel finale (dentro Beqiraj e Raed Emam), ma che rischia anche il poker sul diagonale di Zerbato appena a lato.

iL TABELLINO

Caldiero Terme - Bagnolese 3 - 1

Caldiero Terme: Fortunato, Baldani (10' st Vanzetta), Pisani, Falchetto (10' st Peotta), Tonolli, Baschirotto, Zerbato, Filiciotto, Guccione (20' st Brunazzi), Viviani, Zanetti (41' st Concato). A disposizione: Anderloni, Momodu, Cazzola, Odigwe, Mezzina. Allenatore: Soave.

Bagnolese: Auregli, Capiluppi, Lionetti (37' st Beqiraj), Covili, Oliomarini, Farina, Silipo, Faye, Formato, Zampino, Martino (40' st Raed Emam). A disposizione: Cottafavi, Marchini, Cocconi, Hardy Nana, Shashviashvili, Doria, Aracri. Allenatore: Gallicchio.

Arbitro: Marangone di Udine (Panic di Trieste - Valeri di Maniago). Quarto uomo Vailati di Crema. Reti: 22' pt Zerbato, 38' pt Zampino, 18' st Zanetti, 26' st Brunazzi.

Note: Ammoniti Baschirotto e Pisani del Caldiero Terme, Zampino della Bagnolese.