Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

le pagelle

6 NARDUZZO Il portirere acclamato a gran voce dal popolo granata, la sua partita la passa a dare indicazioni ai suoi compagni e a gestire l’ordinaria amministrazione. Non deve compiere interventi...

6 NARDUZZO Il portirere acclamato a gran voce dal popolo granata, la sua partita la passa a dare indicazioni ai suoi compagni e a gestire l’ordinaria amministrazione. Non deve compiere interventi di rilievo.

6 BRAN Il più giovane della compagnia (2000), ma il carattere e il coraggio non gli mancano. Sempre proiettato in avanti, ma comunque attento a non lasciare scoperto il fianco destro della Reggiana.

7 ROZZIO Non poteva sognare un miglior “bentornato” il gigante della difesa, che ie ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

6 NARDUZZO Il portirere acclamato a gran voce dal popolo granata, la sua partita la passa a dare indicazioni ai suoi compagni e a gestire l’ordinaria amministrazione. Non deve compiere interventi di rilievo.

6 BRAN Il più giovane della compagnia (2000), ma il carattere e il coraggio non gli mancano. Sempre proiettato in avanti, ma comunque attento a non lasciare scoperto il fianco destro della Reggiana.

7 ROZZIO Non poteva sognare un miglior “bentornato” il gigante della difesa, che ieri ha vestito pure la fascia di capitano. Incontrastato nel gioco aereo, avrebbe strappato applausi anche per allacciarsi le scarpe. Lo si vede molto intento a dare consigli e dirigere non solo il reparto difensivo.

6 CIGAGNA A fianco di Rozzio si comporta bene, rimediando anche a qualche piccola leggerezza commessa nel primo tempo. Ripresa tranquilla, riesce a contenere Della Rocca e compagni.

6,5 BELFASTI E’ suo il cross millimetrico che Broso converte in gol. Il terzino di Castellarano è uno dei più esperti in campo e sulla corsia di competenza fa tutta la differenza del mondo. Tiene bene le incursioni di Cosner.

7 OSUJI Nel primo tempo, da mezz’ala qual è, si vede poco. Nella ripresa Antonioli lo sposta qualche metro più avanti e la musica cambia: attacco dinamico, pressione costante, Reggiana più concreta. Anche lui è già diventato uno dei beniamini del pubblico.

6,5 CAVAGNA Mette subito in mostra la sua personalità, lesinando indicazioni ai compagni a dispetto dei 23 anni di età. Perde un paio di palloni in mezzo, ma rimedia con alcune giocate strappa applausi.

5,5 CREMA Un… Crema un po’ inconsistente. Facili battute a parte, il centrocampista proveniente dalla Feralpi impressiona per il fisico, ma concretizza poco. Tenta il tiro un paio di volte, ma il mirino è da registrare. Dal 43' st Cozzari sv.

5,5 PASTORE L’ex Triestina viene schierato dietro le punte Luche e Broso. Svaria su tutto il fronte d’attacco senza mai trovare lo spunto o la giocata.

6,5 LUCHE Il giocatore più innamorato del pallone, se ce n’è uno. Palla al piede, a volte si intestardisce nella giocata personale, ma i dividenti pagheranno col tempo. Già un pupillo dei tifosi, si divora il raddoppio a tu per tu col portiere.

7 BROSO Primo tempo evanescente, nella ripresa anche il cambio di atteggiamento e di giocatori nello scacchiere tattico lo aiutano a rendersi più pericoloso. Gol da rapace d’area, vola ad abbracciare Antonioli.

6 (1’ st ZACCARIELLO) l’ingresso in campo del secondo regista granata cambia le sorti del match. Bravo a far girare palla da una parte all’ altra.

ROBERTO TEGONI