Un gemellaggio di ferro con gli amici di Treptow

ALBINEA. Tra le migliaia di giovani che hanno risposto all’appello dei Giochi del Tricolore ci sono anche ragazzi e ragazze di Albinea e di Treptow-Kopenick, che in questi giorni scendono in campo...

ALBINEA. Tra le migliaia di giovani che hanno risposto all’appello dei Giochi del Tricolore ci sono anche ragazzi e ragazze di Albinea e di Treptow-Kopenick, che in questi giorni scendono in campo nelle discipline del calcio a 11 e del volley femminile. In particolare Albinea presenta una squadra di calcio maschile Under 18 e una squadra di volley femminile under 16. Da Treptow-Kopenick sono arrivate due squadre di volley femminile, under 16 e under 18, venti ragazze e due allenatori, accompagnati dal capo delegazione Harald Neumann, che saranno impegnate, oltre alle competizioni, anche a scoprire ed apprezzare il territorio reggiano e le sue eccellenze.

I Giochi del Tricolore si prestano come ulteriore momento per rafforzare e rinnovare il patto di gemellaggio, sottoscritto oltre 20 anni fa e fondato su finalità che trovano anche nello sport uno denominatore comune. Già nel marzo scorso, in occasione delle celebrazioni della commemorazione del Fatto d’Armi di Villa Rossi e Villa Calvi, le istituzioni, insieme al Comitato Gemellaggi di Albinea, si sono incontrati per condividere il progetto di partecipazione.


«Ancora una volta Albinea dà il suo contributo a una manifestazione così significativa in quanto riesce a coniugare sport, amicizia e multiculturalità», spiega il sindaco Nico Giberti.

«I nostri gemelli hanno risposto con entusiasmo all’invito. Inoltre a questi giochi è presente una squadra di Saharawi, popolo con cui abbiamo un patto d’amicizia che risale al 2002 – afferma l’assessore alla Scuola, Pace e Diritti Umani Mirella Rossi –. I giochi del Tricolore sono un bellissimo mosaico di giovani e rappresentano un’opportunità per rinsaldare il legame dei nostri gemellaggi». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.