Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Bagnolese perde partita e allenatore

Secondo ko per mister Ferraboschi che passa però al Rolo, squadra che ha sbattuto giù dal podio proprio i rossoblù

BAGNOLO IN PIANO. La Bagnolese si arrende nel finale all’Axys Zola, che domenica giocherà lo spareggio per il primo posto contro la Rosselli Mutina (probabilmente al Mirabello). I rossoblù chiudono quarti, sbattuti giù dal podio dal Rolo. Secondo ko di fila per i ragazzi di Ferraboschi, che al triplice fischio conferma l’addio. La sua gestione è durata una sola ma strepitosa annata, dove ha riconciliato la Bagnolese ai risultati e al bel gioco. Il suo futuro sarà nuovamente a Rolo, consumand ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BAGNOLO IN PIANO. La Bagnolese si arrende nel finale all’Axys Zola, che domenica giocherà lo spareggio per il primo posto contro la Rosselli Mutina (probabilmente al Mirabello). I rossoblù chiudono quarti, sbattuti giù dal podio dal Rolo. Secondo ko di fila per i ragazzi di Ferraboschi, che al triplice fischio conferma l’addio. La sua gestione è durata una sola ma strepitosa annata, dove ha riconciliato la Bagnolese ai risultati e al bel gioco. Il suo futuro sarà nuovamente a Rolo, consumando un clamoroso ritorno. «Le nostre strade si dividono» spiega Ferraboschi «ma la scelta è legata ai soli obiettivi sportivi. Nessun rancore, ci lasciamo col sorriso sulle labbra. La situazione non mi permette di andare avanti, c’era poca chiarezza. C’erano troppi problemi, la Bagnolese necessita di ritrovare dei punti fermi. Inizierò una nuova avventura, dopo un campionato del genere per me era doveroso alzare l’asticella. Le vedute erano diverse, mi conosco e sono abituato a giocare per qualcosa». Ferraboschi non conferma del tutto l’ipotesi Rolo, ma gli indizi sono in tal senso confortanti. «Di Rolo si sente parlare da un po’, trovo giusto che sia la società a fare l’annuncio. Avevo un paio di richieste importanti, le ho valutate mettendo al primo posto la Bagnolese. Lo trovo l’epilogo più giusto, per obiettivi diversi. Il calcio è fatto di cambi e di scelte, ognuno giustamente fa le proprie». Ma c’è di più, alcuni giocatori chiave potrebbero salutare la Bagnolese per seguire Ferraboschi in quel di Rolo. «Io non rubo giocatori, neppure li porto via. Ci possono essere elementi legati ad un allenatore, magari anche da esperienze passate. Non mi va di parlare di queste cose, ma l’ultima decisione spetta sempre al giocatore». Poi tocca ai saluti, dove Ferraboschi si ricorda veramente di tutti. «Ringrazio i miei collaboratori Cacitti e Cianfarani, abbiamo disputato un torneo di altissimo livello. Abbraccio la società, da Manfredini a Caffarri passando per Ferretti. Ricordo un’annata intera senza discussioni, sia dentro che fuori lo spogliatoio». L’ultimo flash, sulla gara di ieri. «Partita bella, equilibrata. Abbiamo sbagliato il gol del vantaggio, loro invece lo hanno segnato. In bocca al lupo per lo spareggio, che lo vinca la migliore». La Bagnolese, infatti, senza l’infortunato Montorsi, chiama dalla Juniores Raedemamshaban e Calabretti. Rossoblù con il 4-4-2 con rombo di centrocampo: in difesa coppia centrale Bonacini-Oliomarini, in regia Fraccaro con Zampino (al rientro dal turno di squalifica) ad ispirare Habib e Rizzo. Nel primo tempo Della Corte su Caprioni, in modo prodigioso e poi con l’aiuto del palo. Ripresa, Zampino due volte pericoloso. Contropiede al 35’, Zampino in spaccata calcia fuori leggermente sbilanciato e defilato. Bagnolese ko, Caprioni trova il pertugio che spedisce i suoi allo spareggio. Luca Cavazzoni