Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Col Carpineti ho visto l’atteggiamento giusto»

Calcio Eccellenza, mister Siligardi della Bagnolese: «Dopo questo successo la classifica ci sorride»

BAGNOLO IN PIANO.

La legge del Fratelli Campari non perdona. La Bagnolese si conferma spietata tra le mura amiche, aggiudicandosi anche l’inedito derby contro il Carpineti. «L’atteggiamento è stato quello giusto», sottolinea mister Simone Siligardi «e la classifica ci sorride. Ora dobbiamo lavorare per recuperare tutti gli effettivi, cercando di migliorare il rendimento esterno. Sappiamo di avere anche dei limiti, ma lo spirito è quello che conta di più. Dobbiamo sfruttare le ripartenze e gl ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BAGNOLO IN PIANO.

La legge del Fratelli Campari non perdona. La Bagnolese si conferma spietata tra le mura amiche, aggiudicandosi anche l’inedito derby contro il Carpineti. «L’atteggiamento è stato quello giusto», sottolinea mister Simone Siligardi «e la classifica ci sorride. Ora dobbiamo lavorare per recuperare tutti gli effettivi, cercando di migliorare il rendimento esterno. Sappiamo di avere anche dei limiti, ma lo spirito è quello che conta di più. Dobbiamo sfruttare le ripartenze e gli esterni, non possiamo continuare ad avere due facce tra partite in casa e fuori. Ho scelto Lucchini come centrale per contrastare i loro attaccanti Barozzi e Dallaglio, entrambi veloci. Possiamo giocarcela contro chiunque, senza dover prendere uno schiaffo prima di reagire. Dobbiamo imparare a fare quattro passaggi anziché quattordici per sfruttare al meglio le caratteristiche dei nostri attaccanti, ma non siamo ancora abbastanza sicuri per farlo». Primo gol in carriera per Christian Macca: «Sono ovviamente contento», ammette il difensore, «fa piacere aver segnato il primo gol in maglia rossoblù. Da un paio di giorni i compagni mi stavano prendendo in giro. Domenica avevo tagliato il traguardo delle cento presenze con la prima squadra, ma mai avevo segnato. Con il Carpineti ci sono riuscito, poi ho festeggiato con il gesto del falco tipico di Miftah del Lentigione. Contro di noi segnava sempre, quell’esultanza mi è rimasta impressa. Sono un po’ matto, dopo il gol è stata la prima cosa che mi è venuta in mente. Così ora i compagni potranno prendermi in giro anche per questo».

Alla matricola Carpineti non è bastata la carica dei tanti ex Bagnolese (Bonini, Orlandini, Cocconi e Falbo). «Serata storta» ammette mister Massimo Pattacini «potevamo fare l’uno a uno e lì la gara sarebbe cambiata. Siamo stati puniti alla minima distrazione». La società appenninica, inoltre, non demorde per quanto riguarda il ricorso bocciato dal giudice sportivo nei confronti dell’Axys Zola. Nel mirino il tesseramento del difensore dei bolognesi Ben Bahri, ritenuto irregolare dal Carpineti. «Eravamo pronti a questa prima bocciatura» confessa il direttore generale biancazzurro Fabio Chiarabini «ma noi andremo in appello. Fino a metà pomeriggio del mercoledì successivo alla partita il giocatore risultava non tesserato sul portale della Federazione. Andiamo avanti, staremo a vedere cosa ci verrà poi detto».

(l.c.)