D’Astoli: «Io non sono un quaquaraquà»

Esonerato dal Lentigione: «Mi prendo dei rischi e ci metto la faccia, forse alla società serviva altro». Panchina a Bertolotti