Reggio Emilia, il bottino dei ladri arrestati: riconoscete la refurtiva?

Li hanno pedinati, poi si sono nascosti e infine li hanno inseguiti e fermati, a Novellara, trovando nel loro furgone il frutto del furto che avevano appena portato a termine: una tonnellata e mezzo di rame in cavi elettrici del valore di 40.000 euro. Così i carabinieri di San Polo, in collaborazione con quelli di Novellara, hanno arrestato due cittadini rumeni, trovando poi al domicilio di uno dei due computer, macchine fotografiche, navigatori, orologi, smartphone e attrezzatura edile varia che erano stati rubati in precedenza.  I carabinieri invitano eventuali imprenditori derubati tra le province di Reggio Emilia e Mantova a recarsi denuncia alla mano presso quel comando per le operazioni di riconoscimento e restituzione della merce recuperata. LEGGI L'ARTICOLO

Crespelle di ceci con carciofi e ricotta

Casa di Vita