Obiettivo giovani a Casalgrande

Contributi dal Comune per progetti ed eventi

Casalgrande Contributi economici per le associazioni e le realtà casalgrandesi impegnate coi giovani. Li prevede il Comune di Casalgrande, che nei giorni scorsi ha pubblicato un bando apposito, il primo pensato integralmente e unicamente ad una fascia anagrafica ben identificata.

La chiamata ufficiale riguarda «l’assegnazione di contributi economici a sostegno ad enti e associazioni che svolgono iniziative rivolte ai giovani, ed è la prima volta che, nell’ambito dell’assegnazione dei contributi, si valorizza il target giovanile con un bando a sé stante destinato nello specifico a questa fascia di età», spiega l’amministrazione comunale. Nel concreto, l’obiettivo è sostenere la realizzazione sul territorio di Casalgrande di «attività volte a favorire la partecipazione e la socializzazione dei giovani. Nello specifico si intende sostenere le esigenze dei giovani e risolvere e prevenire situazioni di difficoltà e disagio, coinvolgere i giovani nelle attività sociali del Comune».


Chi può rispondere all’appello? Associazioni ed enti che si occupino di attività in un vasto elenco di ambiti: sociali, di tutela e valorizzazione dell’ambiente, educative e alla funzione genitoriale, di promozione culturale, sportiva, turistica e del tempo libero, di valorizzazione del tessuto economico. Inoltre, il pacchetto comprende progetti umanitari di consolidamento di relazioni internazionali, di promozione della legalità, della giustizia, della pace e dell’antifascismo e percorsi volti a favorire la partecipazione e la socializzazione dei giovani. Il Comune mette a disposizione in totale 6.500 euro, i contributi verranno concessi in base alla graduatoria di merito creata con le varie domande e non potranno comunque essere superiori alla somma richiesta che, a sua volta, non dovrà comunque superare l’85% del costo complessivo dei progetti presentati. Ciascun soggetto potrà partecipare alla procedura candidandosi per una o massimo due aree di intervento e comunque presentando complessivamente non più di due progetti. Gli interessati dovranno presentare richiesta formale entro il mezzogiorno di giovedì 16 giugno, utilizzando la modulistica pubblicata sul sito del Comune di Casalgrande.

Sempre sul fronte giovanile, nei giorni scorsi ha riaperto i battenti un luogo di aggregazione ormai consolidato, il Centro Giovani di Casalgrande, ospitato dalla storica sede nella casetta in legno all’interno del parco Amarcord, in via Rossellini nel capoluogo. Dopo i lunghi momenti di restrizioni sanitarie obbligate, la struttura riallarga la maglie: il centro gestito da Impresa Sociale Base è aperto il lunedì, martedì e giovedì dalle 16 alle 19 con possibili variazioni in base alla programmazione settimanale. La sede attuale è attrezzata con tavoli, sedie, materiale per l’ascolto di musica e per la lettura, attrezzatura informatica, video, tv, giochi d’ingegno e da tavola, tv, playstation. È rivolta a ragazzi e giovani tra gli 11 e i 18 anni affiancati dai educatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA