Cadelbosco Sopra, taglio del nastro per il parco di Zurco. Il sindaco: «Ora la ciclopedonale»

Il progetto a un anno dall’incontro pubblico

Cadelbosco Sopra «Un nuovo parco per la frazione di Zurco da conservare e presidiare. Un progetto fatto con i cittadini, che possiamo vedere oggi realizzato». Queste le prime parole del sindaco Luigi Bellaria e dell’assessore ai Lavori pubblici Claudia Di Sano, in occasione dell’incontro con i residenti.

Sabato, a meno di un anno dall’incontro pubblico per studiare un nuovo spazio di aggregazione per ragazzi e bambini del quartiere, l’amministrazione è tornata ad incontrare la popolazione per toccare con mano le nuove attrezzature del parco con altalene, scivolo Palestrina, teleferica e porte da calcio.

«È bello vedere – commenta l’assessore Di Sano – come un investimento possa avere un così bel riscontro nella vita del quartiere e questo lo leggiamo oggi nei sorrisi dei bambini e nella soddisfazione degli adulti».

E il sindaco Bellaria aggiunge: «Il progetto non si conclude con i giochi e gli arredi dato che entro la fine di quest’anno partiranno i lavori della pista ciclopedonale che collegherà il parco con il pedonale sulla statale 63, fino alla rotonda di via Nuova per Bagnolo. Un pedonale protetto che entrerà all’interno del nuovo parco e che si ricollegherà al capoluogo di Cadelbosco Sopra fino Cadelbosco Sotto. Infatti, anche il tratto mancante della strada provinciale tra via del Traghettino sarà di prossima realizzazione, in ritardo a causa del rincaro prezzi che hanno portato alla gara deserta dello scorso anno. Con i due nuovi tratti di pedonale Zurco non sarà più un ’isola scollegata ma una zona ben servita del paese». Il progetto, denominato “Bike to Work”, di 110mila euro con un finanziamento di provenienza in quota maggioritaria da fondi Comunali approderà in consiglio comunale di martedì prossimo per la sua approvazione. Nel programma di governo ci saranno altri progetti come i ricongiungimenti pedonali da Santa Vittoria fino alla rotonda di via Augera grazie anche a protocolli d'intesa firmati con la Provinvia di Reggio Emilia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA