Reggio Emilia, borse di studio in memoria di Mattia Dall'Aglio

Assegnati i premi Unimore in ricordo del nuotatore

Reggio Emilia La memoria di Matttia Dall’Aglio rimane negli studenti Unimore. L’ateneo di Modena e Reggio Emilia assegna quattro premi di studio intitolati allo studente-nuotatore reggiano scomparso nell’agosto del 2017.

I premi, assegnati per volontà della famiglia, sono andati quest’anno a: Giulia Guarriello, iscritta al secondo anno del corso di laurea in Biotecnologie, impegnata nell’atletica leggera; Fabio Schiabel, iscritto al primo anno del corso di laurea in Ingegneria gestionale e impegnato nel rugby; Gabriele Sortino, iscritto al primo anno del corso di laurea in Ingegneria informatica e impegnato nella pallamano; Carolina Trocca, iscritta al primo anno del corso di laurea in Scienze biologiche e impegnata nel nuoto pinnato.


I premi hanno valore economico di 2.500 euro ciascuno e sono consegnati nella sede del Cus Mo.Re. La famiglia di Luciano Landi mette a disposizione due premi dello stesso valore economico per atleti iscritti al programma Unimore Sport Excellence che abbiano ottenuto risultati di rilievo agli esami e nelle gare. Landi è stato allenatore e direttore sportivo dell’associazione Amici del Nuoto dei Vigili del Fuoco di Modena, contribuendo alla crescita sportiva e umana dello stesso Dall’Aglio.

L’allenatore è scomparso nell’agosto 2020, circa tre anni dopo l’atleta. I due vincitori della seconda edizione sono Rachele Barbieri, iscritta al terzo anno del corso di laurea in Scienze giuridiche dell’impresa e della pubblica amministrazione e campionessa nel ciclismo, e Lucrezia Zironi, iscritta al primo anno del corso di laurea in Scienze biologiche e talento nel kayak.

Valentina Gavioli (al secondo anno del corso in Ingegneria gestionale) e Matteo Corradini (al secondo anno in Ingegneria informatica) ricevono il premio di studio Giorgio del Rio per le prestazioni offerte da atleti de La Fratellanza 1874. Entrambi i premi sono assegnati dall’azienda reggiana Ict Group e hanno un valore di 2.500 euro a testa.

Lo stesso valore è assegnato dall’azienda modenese Sau Group a un partecipante al progetto Unimore Sport Excellence iscritto a Ingegneria. La vincitrice di quest’anno è Valentina Gottardi, iscritta a Ingegneria gestionale e impegnata nel beach volley.

«I premi che attribuiamo si configurano come un supporto ad atleti e atlete che con tenacia e passione cercano ogni giorno di conciliare al meglio lo studio universitario e la loro attività sportiva agonistica – commenta Isabella Morlini, delegata per lo Sport –. Quest’anno gli ammessi al programma Use sono ancora più numerosi degli anni passati e siamo molto gratificati dal fatto di avere giovani atleti/e che scelgono il nostro Ateneo anche per accedere alla dual career».

© RIPRODUZIONE RISERVATA