Baiso, boiler cade e ferisce la bidella

L’infortunio è accaduto in un bagno della “Toschi”, la scuola media del paese Il sindaco: «Aperto un procedimento nei confronti di chi ha effettuato l’intervento»

Baiso Un’operatrice scolastica, dipendente storica e cittadina baisana, è rimasta ferita martedì scorso, colpita dal boiler staccatosi da un muro di un bagno della scuola media.

L’infortunio è avvenuto mentre svolgeva le sue consuete mansioni di pulizia all’interno di un bagno dell’istituto comprensivo “Toschi”. Il boiler posizionato sulla parete del bagno si è improvvisamente staccato ed è caduto a terra colpendo su un fianco l’operatrice, che stava entrando in quel momento.


La donna è stata subito soccorsa dai colleghi, e per lei è stato allertato il 118. Il pesante oggetto – ancorato al muro con alcuni tasselli che evidentemente hanno ceduto – ha ferito l’operatrice al braccio e al fianco.

L’episodio avrebbe potuto avere conseguenze ben più serie, ma per fortuna la donna – poco dopo trasportata all’ospedale per accertamenti e medicazioni – alla fine è stata dimessa. Per lei una prognosi comunque non indifferente: almeno 30 giorni.

In via Toschi, oltre ai sanitari della Croce Rossa di Carpineti, sono intervenuti, a ruota, anche i tecnici comunali, che hanno provveduto a mettere in sicurezza il boiler e che hanno controllato tutti gli impianti.

«Mi dispiace molto di quanto accaduto – commenta il sindaco di Baiso, Fabrizio Corti –. Soprattutto per l’operatrice, che ora è a casa: una nostra concittadina, molto brava e stimata. Per fortuna, alla fine, è andato tutto bene. Ma poteva anche andare peggio. I tecnici comunali sono stati subito attivati, hanno sistemato l’ancoraggio del boiler e svolto un controllo generale. Abbiamo aperto un procedimento nei confronti di chi aveva effettuato l’ultimo intervento di sistemazione». l

M.F.

© RIPRODUZIONE RISERVATA