Unahotels, Hopkins sfoggia ottimismo: «Milano è favorita ma...»

Uno dei biancorossi più positivi fa le carte al match di domani: «Attenti in difesa e coraggiosi in attacco: così possiamo contrastare l’Olimpia»

REGGIO EMILIA. Contro la Fortitudo Bologna, nell’ultima giornata di stagione regolare, è risultato tra i migliori in campo, portando a casa un’altra doppia- doppia e facendo la voce grossa sia in attacco che in difesa. Mikael Hopkins è uno dei giocatori più continui in casa Unahotels, quasi sempre in grado di portare il proprio contributo. Le critiche di coach Caja a inizio stagione, dopo un test con Tortona a S.Ilario, sono ormai decisamente alle spalle, e l’infortunio occorso a Momo Diouf non ha fatto altro che aumentare minutaggio e responsabilità dell’ex Olimpia Lubiana.

A poche ore dal debutto ai playoff, il centro biancorosso lascia intendere che l’intento è quello di provare ad allungare il più possibile la serie, sognando l’impresa contro la corazzata Olimpia Milano. L’impresa è ardua, ma nel precedente al Forum del 14 novembre il numero 5 mise a referto 21 punti e 12 rimbalzi in 28 minuti e vuole ripetersi. Per il futuro il lungo ventinovenne lascia aperta ogni porta, con Pallacanestro Reggiana che lo tiene comunque in grande considerazione per il roster 2022-2023.


Hopkins, con Milano è missione impossibile o ci sono possibilità di passare il turno?
«Milano è tra le favorite del campionato italiano e tra i top team europei. Indubbiamente sarà una serie dura, con il fattore campo contro e andando ad affrontare una squadra che fa della difesa il proprio marchio di fabbrica».

Cosa servirà?
«Dobbiamo giocare credendo in noi stessi, con fiducia e senza esitare soprattutto a livello offensivo. Difensivamente dobbiamo invece a mostrare quanto fatto per tutta la stagione. Ci danno tutti per sfavoriti com’è normale che sia, ma sono convinto che potremo essere competitivi. Credo in questo gruppo e venderemo cara la pelle”.

Che rapporto ha con i playoff nella sua carriera?
«Sarà la terza volta che affronto i playoff, ed è sicuramente uno dei momenti più esaltanti della stagione. Competere per il titolo è un sogno che si realizza, tutte le squadre ambiscono ad arrivare a questo punto della stagione. È anche un modo per continuare a giocare a pallacanestro ad alti livelli che è quello che amo fare».

Come ci arrivate fisicamente?
«La condizione della squadra è nel complesso buona. La stagione è stata lunga e piena di impegni, ma queste ultime due settimane con una sola partita ci hanno permesso di ricaricare le batterie e concentrarci su questa serie playoff».

La prestazione personale contro la Fortitudo l’ha galvanizzata?
«Ho giocato bene contro la Fortitudo, come del resto tutta la squadra. Volevamo chiudere forte la stagione per poi prepararci alla post season. Mi piacerebbe rendere allo stesso modo anche contro l’Olimpia, e lo stesso pensano anche i miei compagni. Non voglio fare l’eroe, semplicemente continuerò a fare quello che serve al team per provare a vincere come ho fatto sinora».

Radio mercato già impazza con voci e trattative. Le piacerebbe rimanere a Reggio o punta più in alto?
«Non ho ancora preso una decisione sul mio futuro. Sicuramente la Pallacanestro Reggiana è un’opzione molto importante: sono stato davvero bene qua, sia coi ragazzi che con la società. Mi è piaciuta anche la città, ed anche il campionato italiano sia adatta alle mie caratteristiche. Vedremo...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA