Reggiolo, a dieci anni dal terremoto da oggi si festeggia

Celebrazioni fino a domenica per il paese e la ricostruzione

REGGIOLO. Fine settimana di eventi nel decimo anniversario del terremoto. Nel cuore del paese, tra cultura, spettacoli ed enogastronomia, ci sarà anche l’atteso battesimo del Parco delle Pradelle, uno degli ultimi interventi terminati finanziato interamente dalla Regione Emilia Romagna per circa 700mila euro.
Il parco, realizzato al posto di un’area utilizzata come parcheggio in occasione dei mercati e negli eventi di piazza, è stato attrezzato con una pista da skate e attrezzi per fitness.

Sarà anche un luogo di relax grazie al grande prato verde e agli scorci che mostrano la rocca medievale. L’evento, ad alto valore simbolico, sarà inoltre l’occasione per ringraziare tutti i donatori che in questi anni hanno aiutato nella ricostruzione del paese.
Cittadini, imprese e associazioni, che hanno donato complessivamente quasi 4 milioni di euro, sono stati invitati dall’amministrazione comunale alla cerimonia durante la quale le autorità locali mostreranno il risultato della ricostruzione, aprendo tutti gli edifici ricostruiti e restaurati.

Proprio nelle scorse settimane il Comune ha inviato una lettera d’invito ai donatori che hanno contribuito alla rinascita di Reggiolo con oltre 345 donazioni dalla Puglia e dalla Calabria, dal Veneto e dalla Liguria e da tante altre regioni d’Italia.

«C’è una cosa – si legge nel messaggio – che Reggiolo ha imparato bene in questi anni: la capacità di condividere gli obiettivi e la collaborazione tra cittadini, realtà economiche e amministratori, sono il motore di ogni sviluppo. Per questo, a dieci anni di distanza dal terremoto d’Emilia, vogliamo mostrare a tutti coloro che sono entrati nella nostra grande famiglia, il traguardo raggiunto e il paese in festa. L’invito per il 15 maggio è dunque per tutti voi, che avete donato col cuore investendo nella rinascita di Reggiolo».

Domenica la giornata dedicata alle celebrazioni inizia alle 9.30 con l’inaugurazione della sede Avis al centro Volare (ex Trentadue). Alle 10.30, il taglio del nastro del Parco delle Pradelle. Alle 11 i vigili del fuoco di Reggio Emilia srotoleranno un grande Tricolore dal mastio della Rocca meravigliando i presenti con le loro acrobazie. Dalle 15.30 alle 18.30 si terranno visite guidate a Palazzo Sartoretti (costo 5 euro a persona). Alle 18 premiazione del contest fotografico “10 anni dal sisma”.

Il weekend reggiolese si arricchirà anche con l’iniziativa “Streetfood time”. Oggi, domani e domenica piazza Martiri sarà protagonista con tante specialità alimentari da gustare all’aria aperta.

Si comincia oggi alle 18 e si proseguirà domani, a partire dalla stessa ora, e domenica per tutta la giornata.
Questa sera alle 21, musica con i “Spingi Gonzales”, mentre domani, dalle 20.30 alle 23, “La notte dei musei” con visite guidate a Palazzo Sartoretti (prenotazioni: telefono 0522 213713); poi, alle 21, ancora musica con la tribute band dei Nomadi “Ma noi no”.

Domenica la festa percorre il centro storico fin dalla mattina con la diretta tv di Andrea Barbi, le bancarelle dedicate ai prodotti enogastronomici e l’inaugurazione del Parco delle Pradelle. Nel pomeriggio, visite guidate a Palazzo Sartoretti, dalle 15 alle 18.30. Alle 17, davanti alla rocca, ci sarà anche la simulazione con incidenti domestici con la Croce Rossa di Reggiolo. A partire dalle 21 tanta musica con “New Dinamik”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA