«L’Atletico Montagna torna in Promozione da protagonista»

L'ascesa dopo tre stagioni.  Il presidente Bimbi: «Traguardo centrato in grande stile, nonostante le difficoltà»

CASTELNOVO MONTI. Dopo tre anni, l'Atletico Montagna ha ripreso il proprio posto in Promozione: la vittoria di domenica scorsa, 0-3 sul campo del Montecavolo, ha permesso ai gialloblù di gioire.
«Il salto di categoria era un chiaro obiettivo fin dall'agosto 2021 - sottolinea il ds castelnovese Matteo Bimbi - d’altro canto, di scontato non c’era nulla. In questo girone C di Prima, abbiamo dovuto confrontarci con realtà di pregevole ed elevato livello: per esempio basti pensare a Povigliese, San Prospero Correggio, Quattro Castella. Inoltre, di fatto il calcio dilettanti si è rimesso in moto dopo 18 mesi di stop: non vanno quindi dimenticate le difficoltà legate alla ripartenza, tra attuazione dei protocolli antiCovid e variazioni di calendario».

«Nonostante tutto, traguardo centrato in grande stile - rimarca Bimbi - sul finire del 2021 abbiamo accusato un calo in quanto a rendimento e risultati: tuttavia, siamo stati capaci di riprenderci con qualità ed efficacia. Il valore del nostro percorso complessivo è ben testimoniato dai numeri: 17 vittorie su 25 partite, 56 punti totalizzati e altrettanti gol realizzati. Un trionfo dedicato all'intera società, con un particolare ricordo verso i dirigenti che purtroppo negli anni scorsi sono scomparsi».

Il direttore sportivo indica poi la sfida-chiave.
«Direi lo 0-0 del 10 aprile a Poviglio. Pur non avendo vinto, quel pari ci ha consentito di tenere a debita distanza i più diretti inseguitori: di conseguenza, ritengo che sia stato un passaggio decisivo. Ora ci godiamo questo successo, poi a giorni inizieremo a riflettere sul futuro - annuncia - fare calcio qui in Appennino è un compito ancora più complesso rispetto ad altre aree: tuttavia, siamo aiutati anche dal fatto di avere un’impiantistica all’avanguardia. In più, è tuttora aperto il dialogo per arrivare a una fusione con il Progetto Montagna: così nascerebbe un autentico colosso, che darebbe validissime prospettive sia alla Prima squadra sia all'attività giovanile».

Il tecnico Christian Campani pone quindi l’accento sulla solidità del gruppo.
«Qui all’Atletico Montagna si respira un clima davvero familiare - evidenzia il tecnico - al di là degli indubbi pregi che l’organico ha evidenziato sotto il profilo tecnico-agonistico, credo proprio che lo spirito di squadra abbia rappresentato un elemento essenziale nel centrare quest'ascesa in Promozione: grande merito pure al direttore tecnico Mattia Ferretti, che ha fornito un contributo di primaria importanza in termini di lavoro, esperienza e competenza».

Domenica chiuderemo il campionato ospitando a Castelnovo Monti il Levante: sarà l'occasione per dare vita a una vera festa nella cornice del Centro Coni Fornaciari, con il sempre affezionato e partecipe pubblico che ci segue - aggiunge l’allenatore - per quanto riguarda la prossima annata, ancora non mi sbilancio: il percorso nel 2021/22 è stato ottimo, ma adesso dobbiamo metterci intorno al classico tavolo».
Campani ha anche un altro motivo per cui esultare.

«La Juniores che alleno ha conquistato la salvezza nel tabellone regionale Figc - ricorda il tecnico - un risultato ottenuto con pieno merito, che peraltro è maturato schierando una rosa di età media più bassa rispetto alle formazioni rivali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA