Reggio Emilia. La segnalazione: «Il cimitero di San Maurizio è sommerso dall’erba alta»

Un 77enne denuncia: «Anche una volta ogni 10 giorni servirebbe avere un custode»

REGGIO EMILIA. «È tutto sommerso dall’erba». Un reggiano di 77enne accende i riflettori sul cimitero di San Maurizio. «Al confronto, tutti gli altri che ho visto sembrano giardini», la stoccata del residente.

Il cittadino di 77 anni fornisce le coordinate spazio-temporali di un fenomeno percepito come degrado. «C’è l’erba alta già dallo scorso anno – prosegue il reggiano –. Quest’anno non è ancora passato nessuno a tagliare l’erba. Dobbiamo fare da giardinieri, sradicando l’erba da sopra le tombe con le mani. Per quella di mia madre ci penso io. Quelle di fianco sono completamente coperte. Ciò accade dalla parte sinistra dell’ingresso fino al fondo del cimitero: è tutto sommerso dall’erba».


Il reggiano pone paragoni con altri cimiteri, quali Monticelli e Santa Vittoria di Gualtieri. «È possibile non ci sia un custode almeno per una volta alla settimana o almeno ogni dieci giorni?», domanda sconsolato il 77enne reggiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA