Donazione alla Ginecologia del comitato Reggio Salute

Venerdì la cena benefica con il campione di sci Giuliano Razzoli

REGGIO EMILIA. Sta per essere portata a compimento l’ultima iniziativa del comitato Reggio Salute a favore dell’Arcispedale Santa Maria Nuova. Si tratta della donazione di un cardiotocografo, un apparecchio di ultima generazione con cui si valuta il benessere del feto tramite sonde posate sul ventre materno. Il costo è di settemila euro.

Per raccogliere il denaro necessario s'è tenuta venerdì una cena benefica nel ristorante Vecchia Reggio in via Rinaldi, a Roncocesi. Vi hanno partecipato il campione di sci Giuliano Razzoli, testimonial del comitato, Nicoletta Natalini, direttrice sanitaria dell'Ausl, e i medici Pierpaolo Salsi del reparto di Rianimazione e Gino Ciarlini della Ginecologia. «Il progetto – riferisce Rita Storchi, promotrice di Reggio Salute – è sostenuto dai familiari di Alessandro Bonetti, l’imprenditore di Salvaterra deceduto l'anno scorso in marzo all’ospedale di Reggio, i cui organi furono donati dalla famiglia. È loro intenzione ripetere ogni anno una iniziativa analoga».


In ricordo di Bonetti l’anno scorso in dicembre si era svolta a Veggia di Casalgrande una vendita benefica finalizzata a donare un ergometro alla cardiologia. In ottobre a favore dello stesso reparto era stata organizzata una cena al Matilde Golf Club di San Bartolomeo. L'imprenditore era il titolare di una ditta di Sassuolo impegnata anche con la squadra corse della Ferrari. La raccolta dei fondi per il cardiotocografo è stata completata in occasione della festa della mamma, con la vendita di rose e bracciali, offerti da Margutta Bijoux, davanti al forno-pasticceria Antica Bontà, in via dei Due Gobbi, e nel salone del parrucchiere Alessandro Cavalli, a Fogliano.
Ancora una volta è stata larga e consapevole la risposta della cittadinanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA