Toano, fermato per un controllo si scopre che è latitante: pusher arrestato

In cella un 42enne per il quale il 9 marzo scorso era stato emesso un ordine di carcerazione

TOANO. Nel febbraio 2021 era stato sorpreso spacciare droga nel centro abitato di Sassuolo (Modena). Il cliente era riuscito a darsi alla fuga mentre lui, il 42enne Jaouad Fadil, domiciliato a Castellarano, era stato fermato dai carabinieri e trovato in possesso di 22 grammi di hascisc.
 
L’uomo era stato arrestato. Il 2 febbraio 2021 comparso davanti al Tribunale di Modena il 42enne, riconosciuto colpevole, era stato condannato a 6 mesi di reclusione per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.
La sentenza è diventata esecutiva e il condannato non ha chiesto misure alternative. Dunque il 9 marzo scorso è stato emesso l’ordine di carcerazione, provvedimento di esecuzione di pene concorrenti, che è stato trasmesso per l’esecuzione ai carabinieri. Ma nel frattempo Fadil si era reso irreperibile. Le sue ricerche sono dunque proseguite sull’intero territorio. 
 
Ricerche terminate ieri pomeriggio a Cerredolo di Toano dove i carabinieri della locale stazione hanno fermato, nei pressi di un bancomat, il 42enne per un controllo e hanno scoperto, verificando in banca dati, che su di lui pendeva un ordine di carcerazione: lo hanno arrestato. Detratto il periodo pre-sofferto di due giorni l’uomo dovrà scontare 5 mesi e 28 giorni di reclusione.