Guastalla, una movie-map per scoprire la Bassa

È stata lanciata in questi giorni sui canali digitali e social  Un itinerario che passa attraverso Guareschi, Zavattini e altri

GUASTALLA. È stato lanciato ieri sui canali social “Movie-mento”, un video di promozione turistica del territorio della bassa reggiana e della bassa parmense con un percorso che tocca i luoghi scelti da grandi registi come set per i loro indimenticabili film. Da “Don Camillo” a “Novecento”, da “Ligabue” a “La voce della Luna”, fino al recente “Volevo nascondermi”.

A fare da “guide” speciali in questo suggestivo itinerario nel segno del cinema ci sono Giovanni Guareschi, Cesare Zavattini, Antonio Ligabue, Luciano Ligabue e il regista Bernardo Bertolucci, ma nel video vengono ricordati molti altri personaggi, tra cui celebri stilisti e costumisti, Umberto Tirelli, Danilo Donati, Maurizio Millenotti e Pierluigi Pizzi, che hanno realizzato magnifici abiti di scena. Un viaggio, dunque, che non prevede solo riferimenti ai luoghi fisici che hanno fatto da sfondo ai film, ma valorizza anche l’eccellenza dell’alta sartoria del costume teatrale e cinematografico. Una vera e propria movie-map nelle province reggiana e parmense per conoscere i luoghi che tra le sponde del Po e le sconfinate pianure si sono trasformati in set cinematografici e che oggi possono diventare mete interessanti alla scoperta di sapori, tradizioni, cultura e attività outdoor.


L’itinerario si può fare a piedi, in bici o in macchina e si può personalizzare a piacere grazie alla suddivisione in quattro sotto percorsi. Il video, prodotto da e-borghi, brand volto alla valorizzazione del turismo lento e dei borghi italiani, è stato realizzato nell’ambito del progetto Ptpl 2021 (Programma turistico di promozione locale) dal titolo “Gira un Po nella Bassa: percorsi culturali e outdoor nei territori della Bassa Reggiana e Bassa Parmense”, che vede come ente capofila l’Unione Bassa Reggiana e coinvolge, oltre agli otto comuni reggiani (Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Novellara, Poviglio, Reggiolo), anche alcuni comuni della bassa parmense: Busseto, Colorno, Polesine Zibello, Roccabianca, San Secondo Parmense, Sissa Trecasali e Sorbolo Mezzani.

Ed è proprio questa collaborazione tra territori vicini e simili tra di loro per caratteristiche culturali e ambientali, ma portatori di identità e storie specifiche, a rendere innovativo il progetto.

Se questo primo step ha messo in primo piano la dimensione culturale, una seconda linea di intervento sarà dedicata al turismo outdoor con la creazione di un itinerario ciclabile che collega i comuni della bassa reggiana e i territori della bassa Parmense. Seguendo la storia e la tradizione degli otto comuni dell’Unione Bassa Reggiana, insieme ai sette della provincia di Parma, il Ptpl 2021 ha delineato alcuni prodotti turistici comuni che saranno sviluppati per aumentare la capacità attrattiva delle terre del Po: turismo storico-culturale, turismo delle arti e dello spettacolo, turismo enogastronomico, turismo naturalistico e sportivo.

La visione del video “Movie-mento” è disponibile su e-borghi.com, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di e-borghi, poi rilanciato su tutti i social dei comuni coinvolti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA