A Scandiano calci, pugni e una griglia in ghisa scagliata contro i carabinieri: arrestato

Nei guai un 39enne immigrato bloccato solo grazie all'uso dello spray al peperoncino e dell'iniezione di un calmante

SCANDIANO. Calci, pugni e persino una griglia in ghisa, prelevata da terra, e scagliata contro i carabinieri. Con tale furia un immigrato nordafricano 39enne, senza fissa dimora, ha reagito ai controlli dei militari, ieri sera, lungo via Statale, nei pressi della stazione ferroviaria. Per renderlo inoffensivo i carabinieri hanno dovuto utilizzare cartucce spray al peperoncino in dotazione e un calmante iniettatogli dai sanitari.
 
È stato poi arrestato con le accuse di oltraggio, violenza e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I militari sono intervenuti con pattuglie della  tenenza di Scandiano e della stazione di Albinea.
 
Sono stati momenti di assoluta violenza quelli verificatisi nella serata ieri lungo via Statale. Il 39enne è andato in escandescenza aggredendo i carabinieri. Non ha esitato a scaraventare contro di loro, fortunatamente senza colpirli, una griglia in ghisa prelevata da terra. 
 
Alla pattuglia di Albinea, che ha curato il primo intervento, si sono aggiunte altre due pattuglie della tenenza di Scandiano che tuttavia non sono riuscite a portare alla ragione l’uomo. È stato necessario l’utilizzo di due cartucce di spray al peperoncino che ha poi consentito ai sanitari di iniettare all’esagitato un calmante. 
 
L’uomo, di origine marocchino, era in stato di alterazione psicofisica quando i militari, intorno alle 19,30 sono intervenuti su segnalazione di una lite in corso. Li ha subito aggrediti, minacciati e offesi. È stato bloccato, con non poca fatica, grazie all’utilizzo di due bombolette spray Oleoresin Capsicuym in dotazione ai carabinieri. 
In caserma ha poi continuato a minacciare gli operanti, rendendo necessario l'intervento di personale medico del 118 che gli ha somministrato i sedativi. Il 39enne è anche gravato da due decreti di espulsione dal territorio nazionale. Due militari sono rimasti lievemente feriti; per entrambi due giorni di prognosi per policontusioni varie.