Reggio Emilia: preso dalla squadra mobile il rapinatore della farmacia di Massenzatico

Insieme a un complice ha preso di mira mercoledì la farmacia Quinta. La polizia ha da poco risolto anche il caso della rapina a Pieve

REGGIO EMILIA. La polizia ha proceduto al fermo di polizia giudiziaria di uno dei due presunti autori della rapina consumata mercoledì alla farmacia comunale Quinta di via Beethoven a Massenzatico.

Le immediate indagini scattate a seguito dell’episodio e, in particolare, l’attento esame delle immagini di video sorveglianza da parte degli investigatori della squadra mobile hanno consentito di orientare le indagini.



La conoscenza del territorio degli uomini della squadra mobile permetteva, quindi, agli investigatori di avere un’intuizione investigativa e di avanzare l’ipotesi che l’autore della rapina potesse essere un giovanissimo, diciottenne da alcune settimane, già noto per altri episodi di delinquenza e devianza minorile.

Il giovane, privo di una fissa dimora, è stato trovato ieri in centro nell’abitazione di un parente. La perquisizione, di iniziativa, consentiva di rivenire indumenti del tutto analoghi a quelli indossati da uno dei due rapinatori ed un coltello “da combattimento” e cioè con impugnatura a “pugno”.
Sulla scorta dei gravi indizi raccolti a suo carico il giovane è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria ed associato presso la locale casa circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria.