Coronavirus, in provincia di Reggio Emilia tre nuovi morti e 2.556 contagiati

L'aggiornamento del 21 gennaio sulla pandemia in provincia

REGGIO EMILIA. Ancora un bilancio drammatico quello sulla pandemia in provincia di Reggio Emilia. Sono tre infatti i decessi registrati nelle ultime 24 ore (29 in tutta l’Emilia-Romagna): due uomini di 89 e 63 anni e una donna di 89 anni.

Alto anche il numero dei nuovi contagiati, ben 2.566, maggioranza dei quali in isolamento domiciliare con pochi sintomi o asintomatici. Scende invece a 16 (uno in meno) il numero di posto letti occupati in terapia intensiva mentre sono 259 i ricoverati negli altri reparti.

Sempre oggi, inoltre, l’Ausl di Reggio Emilia ha diramato un appello rivolto ai cittadini in cui si invitano i reggiani che hanno problemi con l’emissione del Green pass a non rivolgersi e a non telefonare ai medici di medicina generale. La certificazione verde è emessa dalla piattaforma nazionale del ministero della Salute e, chiarisce l’azienda sanitaria, in caso di problemi ci sono due riferimenti: «Il numero del ministero 1500 o un modulo da compilare sul sito www.ausl.re.it, tra le news che scorrono, dal titolo Certificazione verde Covid 19. I moduli compilati vengono gestiti da operatori dell’azienda che cercano di individuare il problema, consentendo così il rilascio del green pass».

Un ulteriore invito rivolto ai cittadini è quello di «non rivolgersi ai medici di medicina generale o ai pediatri di libera scelta per chiedere l’appuntamento per il tampone di chiusura dell’isolamento o della quarantena. I medici di medicina generale infatti possono fissare l’appuntamento per il tampone alle persone sintomatiche per l’eventuale apertura di isolamenti o quarantene, mentre l’appuntamento per i tamponi successivi al primo arriva via sms dall’Ausl».