È il maresciallo Lisbino il nuovo comandante della stazione carabinieri

NOVELLARA. Il maresciallo Raffaele Lisbino è il nuovo comandante della stazione dei carabinieri di Novellara. Nato ad Aversa (Caserta) il 15 luglio 1987, è laureato in Scienze politiche, operatore della sicurezza sociale. L’ufficiale è stato presentato ieri pomeriggio dal tenente colonnello Luigi Regni, comandante della Compagnia carabinieri di Guastalla, nel corso di una conferenza stampa nella caserma del Comando guastallese. Il maresciallo Lisbino prende così il posto del luogotente Pasqualino Lufrano, che è stato promosso ufficiale e assegnato al nuovo incarico a Parma come addetto al reparto Tutela agroalimentare. Lufrano, infatti, ha vinto il concorso per ufficiali del ruolo speciale a esaurimento, e al termine del corso di formazione ha conseguito il grado di sottotenente, passando nella categoria ufficiali dei carabinieri.

Fu proprio lui, dopo aver capito la situazione familiare di Saman, a dare l’allarme quando non era stata più trovata a casa e l’avvio di tutti gli sforzi poi profusi per cercarla. «Mi piacciono le persone che si rimettono in gioco, come il luogotente Lufrano, che da lunedì inizierà il suo nuovo incarico a Parma, come feci io, anni fa a Reggio Emilia e passai in un’altra categoria – ha esordito il comandante Regni –. Il maresciallo Lisbino prenderà il comando di una stazione importante della Compagnia di Guastalla come quella di Novellara, dopo un passato da vicecomandante. È al suo primo comando da titolare. È motivato e determinato e ha già preso conoscenza delle problematiche di Novellara. Ha seguito e adesso sta studiando le varie vicissitudini che riguardano Novellara. Non possiamo certamente nascondere o lasciare in secondo piano la tragedia di Saman Abbas, anche se sono in atto azioni investigative superiori, ma certamente il maresciallo Lisbino avrà occhi e orecchie per dirigere al meglio la stazione di Novellara e lavorare per la sicurezza dei cittadini e del territorio. Noi gli auguriamo buon lavoro».


Il maresciallo Lisbino, dopo i due corsi a Velletri (Roma) e a Firenze, ha svolto servizio per 5 anni e mezzo a Palau, in Sardegna, per 4 anni e mezzo a Bagnolo in Piano e per quattro mesi è stato aggregato alla stazione di Correggio. A Novellara raccoglie un’eredità pesante come quella della ragazza di origine pakistana di cui dal 30 aprile scorso non si sa più niente. Oggi è previsto il rientro dalla Francia del cugino di Saman, Danish Hasnain, dal quale si spera di avere informazioni che possano portare a far luce sulla vicenda.



© RIPRODUZIONE RISERVATA