Il ricavato della tortellata a Dora e Arcigay Gioconda

Il circolo Arci Gardenia ha raccolto e donato 1.080 euro La presidente Perlini «Siamo una comunità coesa che crede in quello che fa»

REGGIO EMILIA. Più di mille euro raccolti durante un’abbuffata di tortelli e donati a Dora e Arcigay Gioconda.

È il gesto di solidarietà compiuto dal circolo Arci Gardenia, che in questo modo ha voluto sostenere la “casa arcobaleno” di Arcigay e le persone in difficoltà. «Grazie ai nostri soci e amici che hanno partecipato alla tortellata organizzata lo scorso dicembre – commenta Francesca Perlini, presidente del circolo Arci Gardenia – abbiamo raccolto 1.080 euro che devolveremo a Dora Emporio Solidale e ad Arcigay Gioconda per il progetto della realizzazione di Casa Tondelli casa rifugio per persone Lgbtqi* in difficoltà».


L’emporio solidale Dora – che ha sede in viale Trento Trieste in città, nella ex sede dell’Act – è un progetto attivo dal 2017 in cui quasi settanta famiglia possono trovare un sostegno grazie a donazioni e forniture garantite da aziende, cooperative, campagne di raccolta e donazioni individuali. La Casa Tondelli, invece, quando aprirà sarà la prima Casa Arcobaleno di Reggio Emilia: uno spazio sicuro e protetto dove accogliere le persone Lgbt vittima di violenza e omofobia, per permettere loro di riprendersi e costruirsi un nuovo percorso di vita.

«Siamo veramente felici che il nostro pranzo sia stato un successo – commenta Perlini – È segno di una comunità coesa che anche in tempi difficili si impegna per ciò in cui crede. Se possiamo devolvere un importo così sostanzioso è anche grazie a Coop alleanza 3.0 che ci ha sostenuto con un contributo che ci ha permesso di contenere i costi, ma soprattutto il mio ringraziamento va ai nostri volontari che hanno fatto i tortelli e hanno servito ai tavoli. Sono loro la vera ricchezza del circolo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA