Castellarano, un braciere in casa per scaldarsi: 64enne intossicata dal monossido 

Un intervento dei vigili del fuoco e dei carabinieri (foto d'archivio)

Soccorsa grazie all'allarme lanciato dal figlio, ora è ricoverata in terapia intensiva

CASTELLARANO. Una donna di 64 anni è rimasta intossicata da monossido di carbonio mentre si trovava nel suo appartamento e ora è ricoverata nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale di Reggio Emilia. 
 
La donna, di origini marocchine, vive a San Valentino. A dare l’allarme, intorno alle 16,30 di ieri pomeriggio, è stato il figlio che non è rimasto intossicato. La 64enne è stata trovata nel suo appartamento priva di sensi. 
 
I sanitari del 118 l’hanno soccorsa e portata all’ospedale dove è stata ricoverata, ma, per fortuna, non in pericolo di vita. Gli accertamenti dei carabinieri di Castellarano e dei vigili del fuoco hanno ricondotto l’intossicazione a un braciere a carbone acceso per riscaldare la casa. Dopo i soccorsi alla donna è stato il sopralluogo tecnico a permettere di individuare la causa dell’intossicazione.