Bloccati a bordo di un’auto rubata In due nei guai

reggio emilia. A bordo in tre di un’auto rubata stavano percorrendo a velocità sostenuta viale Umberto I, nella notte fra venerdì e ieri.

Quando si sono accorti di aver attirato l’attenzione della polizia hanno spento i fari e, pestando sull’acceleratore, hanno provato a scappare dirigendosi verso il centro città per poi infilarsi in una strada laterale.


Ma saranno ben presto raggiunti e controllati dai poliziotti.

nervosismo

Dei tre giovani a bordo – apparsi subito agitati e insofferenti, non sapendo giustificare la loro condotta nonché la loro presenza di notte in quel punto della città – due sono finiti nei guai.

Il conducente è stato denunciato a piede libero per ricettazione (della macchina risultata rubata, con furto regolarmente denunciato) e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti dopo aver gettato alcuni involucri vicino a una siepe, poi recuperati dai poliziotti della squadra Volanti (alla prima pattuglia si è aggiunta, in ausilio, una seconda).

droga nella siepe

Agli agenti non è sfuggito il suo armeggiare attorno alla siepe, a pochi centimetri dalla portiera

Involucri contenenti hascisc e cocaina, oltre a una banconota da 50 euro in un pacchetto di sigarette.

Il giovane ha ammesso che la droga – poi sequestrata – era destinata alla vendita. È stato anche multato perché guidava senza patente.

Un passeggero, invece, è stato riconosciuto da uno degli agenti intervenuti come uno dei partecipanti alla rissa scoppiata davanti al centro commerciale “I Petali” lo scorso 7 gennaio. Lo stesso aveva già ricevuto il daspo Willy – strumento introdotto nel 2020 contro le baby gang – per una rissa scoppiata la scorsa estate davanti alla gelateria “Pacifico”.

l’auto è rubata

Dopo aver portato i tre uomini in questura, dove sono stati identificati (e due di loro denunciati), i poliziotti hanno poi scoperto attraverso la targa che l’auto su cui viaggiavano – cioè una Fiat Punto di colore grigio – era stata rubata. Il mezzo è stato restituito alla legittima proprietaria. Durante il controllo – perquisizione personale e all’auto – non sono state trovate armi e neppure strumenti atti allo scasso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA