Vetro e lattine in mezzo alla strada Una discarica abusiva in via Buozzi

REGGIO EMILIA. Se in via Melato i cittadini, giustamente, lamentano la presenza di uan discarica abusiva, dove viene abbandonato di tutto (dai sanitari a materiale di cantiere, da vecchie sedie a “ovetti” per il trasporto di neonati in auto), non va meglio a poche centinaia di metri di distanza, ovvero in via Bruno Buozzi, sempre una laterale di via Terrachini.

Accanto a un contenitore per la raccolta di vestiti usati da donare alle famiglie bisognose, dove un tempo (guardando i segni sull’asfalto) si trovava una campana per la raccolta del vetro, a terra c’è una discarica di vetro e lattine, in mezzo alla strada e un po’ anche sul marciapiede.


Uno “spettacolo” poco decoroso e altrettanto pericoloso, dal momento che vetri e lattine sono lì, alla portata di tutti, anche dei bambini diretti alla vicina scuola primaria statale Aldo Dall’Aglio di via Terrachini.

Colpa di chi ha raccolto male i rifiuti o di chi li ha abbandonati dove non doveva?

Proprio nella giornata di giovedì Iren ha comunicato che, a causa del Covid, anche la raccolta dei rifiuti potrebbe subire dei disservizi. Anche tra il personale operativo di Iren Ambiente e delle aziende che forniscono servizi per conto di Iren, infatti, si registra un aumento del personale assente per contagio o quarantena. «Per tale motivo – spiega l’azienda – non si esclude che potrebbero rendersi necessarie rimodulazioni nel normale e ordinario svolgimento dei servizi di raccolta nella città di Reggio e nei comuni reggiani serviti da Iren».