A Novellara quindici persone intossicate, tra cui una bimba di 11 anni, in un incendio 

E' successo questa notte in un casolare in via Strada Boschi dove si stava svolgendo una festa. Per fortuna tutti i coinvolti sono stati dimessi

NOVELLARA. Quindi cittadini cinesi tra i 20 e i 48 anni, tra i quali anche una bimba di 11, sono rimasti feriti, per fortuna, in maniera non grave durante l’incendio divampato in un casolare in via Strada Boschi 9, durante una festa. L’allarme è scattato poco prima dell’una quando sono stati chiamati a intervenire i vigili del fuoco e i carabinieri, questi ultimi allertati dagli stessi uomini del 115 già sul posto con autobotte e autoscala e operatori da Reggio Emilia, Guastalla e Luzzara.
 

Novellara: l'incendio divampa fino al tetto, l'intervento dei soccorritori

 
I coinvolti sono rimasti lievemente intossicato e, portati all’ospedale – 5 a Reggio Emilia e 10 a Guastalla – sono stati tutti dimessi. Dagli accertamenti successivi è risultato che l’incendio si è innescato a causa del malfunzionamento di una stufetta elettrica, in una camera ai piani superiori dell’edificio.
 
Ora i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Guastalla, intervenuti con i colleghi della stazione di Novellara, proseguono gli accertamenti per stabilire eventuali responsabilità anche in ordine alle norme dovute all’emergenza sanitaria da Covid.
 
In via Strada Boschi notevole il dispiegamento dei mezzi inviati dal 118 con numerose ambulanze per soccorrere i feriti.
 
L’abitazione è disposta su tre piani. L'incendio è partito da una camera da letto all'ultimo piano e si è propagato alle stanze circostanti e in parte al tetto con struttura in legno. Gli altri piani non sono stati coinvolti, ma comunque alla fine l'intero edificio è risultato inagibile anche per i danni subiti dall'impianto elettrico. Anche i vigili del fuoco, intervenuti con una prima squadra da Guastalla, poi l’autobotte e l’autoscala da Reggio e volontari di Luzzara, ritengono che l’innesco possa essere stato originato da una stufetta elettrica. Gli uomoni del 115 sono poi potuti rientrare alle 5 di questa mattina.
 
Al momento dell’incendio era in corso una festa cui partecipavano 15 cittadini cinesi aventi un’età tra i 20 e i 48 anni tra cui una bambina di 11 anni. Tutti fortunatamente dimessi dai pronto soccorso nelle ore successive. I danni sono in corso di quantificazione.