Covid, possibili ritardi nella raccolta dei rifiuti per contagi e quarantene tra il personale

Iren: "Potrebbero rendersi necessarie rimodulazioni nel normale e ordinario svolgimento dei servizi di raccolta"

REGGIO EMILIA. Il Covid mette i bastoni tra le ruote anche alla raccolta di rifiuti. Anche tra il personale operativo di Iren Ambiente e delle aziende che forniscono servizi per conto di Iren, infatti, si registra nelle ultime settimane un aumento del personale assente per contagio o quarantena obbligatoria, al pari di quanto sta avvenendo in ogni settore e in tutta Italia.

"Per tale motivo - spiega l'azienda in una nota - non si esclude che, nel caso in cui tale scenario dovesse perdurare o aggravarsi, potrebbero rendersi necessarie rimodulazioni nel normale e ordinario svolgimento dei servizi di raccolta nella città di Reggio Emilia e nei Comuni reggiani serviti Iren, con conseguenti possibili modifiche nelle prestazioni e nelle attività operative". 

Saranno in ogni caso ritenuti prioritari i servizi di raccolta erogati e programmati in modo pianificato e continuativo, assicura l'azienda: "Iren Ambiente ha già provveduto a informare le amministrazioni locali sui possibili elementi di criticità sopra citati, assicurando, ove necessario, aggiornamenti puntuali".