«Mi hanno svuotato il negozio nell’unico giorno di chiusura»

Furto da “Simona parrucchiera unisex”: i malviventi sono entrati dal vasistas e hanno arraffato piastre, il fondo cassa e parecchi prodotti dagli espositori

reggio emilia. «I ladri hanno messo a segno una spaccata nel negozio nell’unico giorno in cui sono stata chiusa, quello dell’Epifania». Simona Guidato è la titolare dell’attività “Simona Parrucchiera Unisex” di via della Canalina 22, vicino alla caserma dei vigili del fuoco, presa di mira da una banda di malviventi.

«Giovedì scorso ho osservato la chiusura per festività – racconta la negoziante –. Alle 20.30, quando il barista cinese qui a fianco ha abbassato la serranda, si è reso conto che qualcuno si era introdotto nel negozio perché c’erano tutti i prodotti per terra e un gran disordine. Sicuramente il furto è avvenuto prima, durante il giorno o quando è calato il buio, ma il barista ha lanciato l’allarme a quell’ora».


La titolare si è subito recata sul posto, allertando nel frattempo la centrale operativa del 112. Poco dopo è arrivata una pattuglia della Sezione Radiomobile dei carabinieri; i militari hanno eseguito un sopralluogo e hanno ricostruito l’accaduto. I malfattori– almeno due, a giudicare dalla dinamica, poiché devono essersi aiutati l’un l’altro per passare dallo stretto pertugio – prima hanno forzato il vasistas, trovato spalancato, della finestra posta in alto sopra le vetrata dell’ingresso principale; una volta all’interno i ladri hanno rubato delle piastre per capelli, alcuni prodotti esposti vicino alla vetrata e infine hanno forzato il registratore di cassa.

«All’interno c’erano appena 15 euro, il minimo indispensabile che lascio come fondo cassa per il resto – ha spiegato la parrucchiera – Devo ancora fare l’esatto inventario, ma sono spariti parecchi prodotti: avevo provveduto ad un ordine consistente prima di Natale e gli espositori erano pieni».

Pare che i malviventi abbiano “scelto” shampoo, balsamo e maschere di bellezza: difatti hanno arraffato solo alcune marche, lasciando cadere a terra quelle meno costose.

«Sono in via della Canalina da dieci anni (prima eseguivo acconciature in un altro quartiere) e questa è la prima volta che subìsco un furto – ha concluso Simona – Per fortuna sono assicurata».

Sulla vicenda i carabinieri hanno aperto un’indagine per il reato di furto aggravato, al momento a carico di ignoti. Dopo la disavventura la titolare ha deciso di tenere chiuso anche nel fine settimana. «Per sistemare il negozio, per il mal di schiena e perché non nascondo che l’accaduto mi ha scombussolato. Preferisco prendermi una pausa e riprendere la prossima settimana. Di certo l’anno per me non è iniziato nel migliore dei modi».

Ambra Prati

© RIPRODUZIONE RISERVATA