«Irpef, aliquote invariate per il 2022 ma con valori tra i più alti in provincia»

CASTELLARANO. «Tasse di Castellarano, le aliquote rimangono invariate e fra le più alte in provincia», in un periodo in cui «sarebbe stato più che opportuno fare un intervento che andasse ad aiutare i cittadini del nostro Comune». La valutazione, non certo positiva, arriva dal gruppo consiliare di opposizione “Centrodestra per Castellarano” dopo il consiglio comunale di lunedì scorso, in cui è stata discussa anche la determinazione delle aliquote dell’addizionale comunale all’Irpef per il 2022.

«L’amministrazione, che a proclami non manca di sottolineare a ogni piè sospinto il suo essere vicina alla popolazione e soprattutto a chi si trova in maggiore difficoltà, ha perso un’altra ghiotta occasione per trasformare la propaganda in fatti concreti», sostengono i consiglieri di minoranza.


«Le aliquote per il 2022 rimangono invariate rispetto agli ultimi anni, attestandosi su valori che sono in assoluto tra i più alti dell’intera Provincia».

Nello specifico, «per lo scaglione da 0 a 15.000,00 euro l’aliquota è di 0,70, per lo scaglione da 15000,01 a 28.000,00 euro si sale a 0,75; per lo scaglione da 28000,01 a 55.000,00 euro è 0,78; da 55.000,01 a 75.000,00 euro si va a 0,79, sopra ai 75000,00 l’aliquota è 0,80».

Un salto rispetto ai vicini: «Comuni del tutto paragonabili a Castellarano, quali Rubiera, parte della stessa Unione Tresinaro Secchia, applicano aliquote che, soprattutto sulle fasce di reddito più basse, sono circa la metà rispetto a quelle in procinto di essere rinnovate a Castellarano (ferma restando la medesima soglia di esenzione posta a 12.000 euro)», si fa notare.

«Al termine di un anno difficile, sia economicamente che psicologicamente e sopportato a fatica dalla cittadinanza a causa degli effetti della pandemia, con le cartelle esattoriali in arrivo unitamente ai previsti spropositati aumenti delle bollette di luce e gas, riteniamo sarebbe stato più che opportuno fare un intervento che andasse ad aiutare i cittadini del nostro Comune, alleggerendo la pressione fiscale», conclude il centrodestra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA