Rifiuti edili abbandonati i residenti chiamano la polizia

Rabbia tra i cittadini  dopo l’episodio rilevato in via Bassetta lungo il fosso a circa un chilometro  dalla discarica del paese

CAVRIAGO. Abbandonano rifiuti edili a un chilometro dalla discarica di Cavriago, facendo infuriare i residenti. Il fatto è accaduto nei giorni scorsi in via Bassetta a Cavriago, lungo un fosso (a due passi dalla carraia). Lì alcuni cittadini hanno fotografato i rifiuti edili gettati abusivamente nella vecchia proprietà della Motoclub Cavriago e nel fosso lungo la strada di via Bassetta.

Persone ignote hanno abbandonato a più riprese ingenti quantitativi di rifiuti provenienti dall’attività di costruzione o demolizione edilizia. Si tratta infatti di rifiuti non pericolosi costituiti da laterizi e scarti di edilizia, tra cui una vasca da bagno, piastrelle, mattonelle, calcinacci e non solo. Nel fossato invece è stata abbandonata anche una modesta quantità di cartongesso.


Un vera e propria discarica all’aperto tra gli alberi che fa pensare al rifacimento di un bagno o di una casa in ristrutturazione, dove sono state frammentati pezzi di cartongesso. Il materiale è stato scaricato da qualcuno che, incurante dell’impatto ambientale e della gravità del gesto, ha deciso di gettare tutto all’aperto.

Abbandonare rifiuti è un reato, e chi non smaltisce in maniera corretta i calcinacci rischia grosso. L’abbandono di rifiuti è vietato dal decreto legislativo 152 del 2006. Chi viene scoperto ad abbandonare rifiuti come calcinacci per strada oppure in un terreno, anche di proprietà privata, è quindi perseguibile. Per le persone che si macchiano dell’abbandono di questi rifiuti la sanzione amministrativa può variare da pochi euro fino all’arresto da 3 mesi a un anno.

«Basterebbe una telecamera o una fototrappola, sarebbe ora – scrivono i cittadini sul gruppo “Sei di Cavriago se” –. Purtroppo anche il fosso di fianco, fino in fondo alla carraia, è preso di mira dagli scaricatori abusivi», continuano.

«C’è una discarica ad un chilometro di distanza, incredibile», commenta indignato un altro cittadino. Sembra che chi ha gettato questi materiali abbia voluto approfittare delle festività di fine anno. I cittadini hanno segnalato il fatto al Comune che, assieme alla polizia locale Val d’Enza, avvierà gli accertamenti per risalire ai responsabili del reato.

Da.Al.

© RIPRODUZIONE RISERVATA