Spara con una scacciacani in piazza a Reggio Emilia, denunciato

L'uomo è stato fermato dalla polizia in piazza Martiri del 7 Luglio. Tanti i controlli negli ultimi due giorni dell'anno: due le persone denunciate per il mancato rispetto nelle nuove disposizioni governative in materia di contrasto alla diffusione del Covid

REGGIO EMILIA. Paura in piazza Martiri del 7 Luglio per colpi d'arma da fuoco sparati poco prima di mezzanotte. Le pattuglie della polizia impiegate nei servizi di controllo interforze disposti dal questore di Reggio Emilia, Giuseppe Ferrari, si sono precipitate in piazza e hanno sorpreso una persona a sparare colpi con una scacciacani. L'uomo è stato accompagnato in questura e, dopo il sequestro dell'arma e delle cartucce, è stato denunciato a piede libero per i reati di esplosioni pericolose e procurato allarme.

Qualche ora prima, invece, intorno alle 20.30, la squadra Volanti ha notato un uomo barcollante procedere a zig zag in corso Garibaldi. Dopo averlo raggiunto e fermato gli agenti hanno cercato di identificarlo, ma l'uomo ha cercato di scappare spingendo i poliziotti che aveva intorno. Portato in questura è stato prima identificato e poi perquisito: in tasca aveva frammenti di hascisc. E' stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di indicare le proprie generalità.

L’attività e l’impegno della polizia di Stato, volti alla prevenzione e al contrasto di ogni forma di illegalità e di disturbo delle persone nonché alla vigilanza del rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19, insomma, non si sono certo interrotti in occasione delle festività natalizie.

Anzi, come ogni anno, controlli e interventi si sono intensificati e hanno anche permesso di eliminare dal mercato materiali pirotecnici illecitamente prodotti e venduti.

Molteplici le attività che hanno impegnato le articolazioni della questura di Reggio Emilia e i risultati conseguiti dai servizi interforze fortemente voluti dal questore Giuseppe Ferrari, che hanno visto la costante partecipazione della polizia ferroviaria, della sezione polizia stradale di Reggio Emilia e della polizia locale di Reggio Emilia.

Non sono ovviamente mancati i controlli volti al rispetto delle nuove disposizioni governative in materia di contrasto alla diffusione del contagio Covid-19. In particolare, nelle giornate del 30 e 31 dicembre sono state identificate 150 persone; controllati 20 veicoli; controllati 11 esercizi pubblici; denunciate due persone.