Scandiano, vandali sfondano la porta e rubano nella biblioteca comunale

SCANDIANO  E' stata sfondata nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio la porta a vetri della Biblioteca comunale Salvemini di Scandiano. Gli autori sono poi entrati negli spazi della biblioteca, dove hanno bivaccato e rubato alcuni dispositivi informatici.

Sono in corso i rilievi delle forze dell'ordine ed è in corso la visione delle immagini delle videocamere di sorveglianza presenti in zona, per cercare di identificare gli autori.

“E' stato un pessimo inizio di anno per noi scandianesi – ha commentato il sindaco di Scandiano Matteo Nasciuti –. Si tratta infatti di un'azione vergognosa che naturalmente merita una condanna ferma e senza attenuanti. Insieme alle forze dell'ordine, siamo impegnati nella ricerca dei responsabili che mi auguro siano presto identificati e puniti adeguatamente.

Di sicuro vanno intensificati i controlli in zona e, come amministrazione comunale, siamo disponibili a fare tutti gli investimenti necessari per raggiungere questo obiettivo.

A Scandiano abbiamo sempre promosso una cultura del dialogo e della soluzione dei conflitti di tipo costruttivo, specie quando si tratta di giovani, ma episodi come questo richiedono una condanna decisa e punizioni esemplari.. Episodi di microcriminalità e di vandalismo ai danni delle opere pubbliche devono finire”.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i ladri hanno portato via un computer ed un telefono cellulare e, dopo aver forzato due distributori automatici, hanno rubato le monete e prodotti contenuti all’interno. I danni sono ancora al vaglio delle forze dell'ordine. Sulla vicenda i carabinieri della tenenza di Scandiano - che hanno curato anche il primo intervento - hanno avviato le indagini a carico di ignoti in ordine al reato di furto aggravato.