Covid, triste record di positivi a Reggio Emilia: in un giorno 958 contagiati. Morta una donna di 85 anni

E' l'effetto Omicron, ma la Regione Emilia-Romagna resta in zona bianca

REGGIO EMILIA. L'ultimo giorno del 2021 si chiude con un record tristissimo nella nostra provincia: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 958 positivi (che portano il totale da inizio pandemia sul nostro territorio a 62.719).

E' morta anche una donna di 85 anni residente in città (il totale dei decessi sale così a 1.358).

Tra gli ultimi contagiati, dieci sono stati ricoverati in ospedale (uno in terapia intensiva, gli altri nove negli altri reparti) e 948 sono in isolamento domiciliare. Sono in tutto 7.534 i reggiani che trascorreranno il Capodanno in casa, perché positivi.

Attualmente si trovano in rianimazione 12 pazienti Covid, 162 negli altri reparti.

Sui nuovi casi positivi, solo 222 sono riconducibili a focolai già noti, mentre 736 sono stati classificati come sporadici.

I contagi sono concentrati principalmente nel capoluogo (292 casi), seguono Scandiano (53), Correggio (52), Cavriago (33), Rubiera (32), Casalgrande (29) e Albinea (25).

Dall'inizio della pandemia nella nostra provincia si sono registrati 62.719 casi di positività, e ci sono state 55.063 guarigioni.

A livello regionale dall'inizio della pandemia si sono registrati 536.922 casi di positività, di cui 10.167 nell'ultima giornata a fronte di 62.045 tamponi eseguiti (tasso di positività del 16,4%).

In questa nuova fase dell’epidemia, caratterizzata dalla variante Omicron e dall’alta percentuale di vaccinati, continua quindi la forte crescita dei nuovi contagi cui corrisponde però un aumento dei ricoveri non altrettanto esponenziale. Rispetto ai 7.088 nuovi casi registrati, la crescita dei contagi registra un +43%, mentre quella dei ricoverati nei reparti Covid un +1% e nelle terapie intensive un -3%. L'Emilia-Romagna resta in zona bianca.

La situazione dei contagi nelle province vede Rimini in testa con 1.417 nuovi casi, seguita da Ravenna (1.241), Bologna (1.238) e Modena (1.188). Poi Reggio Emilia (958), Parma (915) e Cesena (846). Quindi Ferrara (804), Piacenza (699) e Forlì (543). Infine, il Circondario Imolese con 318 nuovi casi.

Le persone guarite sono 1.022 in più rispetto al giorno precedente e raggiungono quota 445.248. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 77.458 (+9.136 rispetto al giorno precedente). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 75.996 (+9.127), il 98% del totale dei casi attivi.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 10 a Parma (invariato); 12 a Reggio Emilia (+1); 12 a Modena (invariato); 26 a Bologna (-1); 8 a Imola (invariato); 17 a Ferrara (-1); 12 a Ravenna (-1); 1 a Forlì (-1); 3 a Cesena (invariato); 13 a Rimini (-1).

Nove i nuovi decessi: due in provincia di Parma (una donna di 92 anni e un uomo di 84 anni); uno in provincia di Reggio Emilia (una donna di 85 anni); due in provincia di Bologna (una donna di 84 anni e un uomo di 93 anni); tre nella provincia di Ferrara (tutti uomini rispettivamente di 66, 86 e 91 anni); uno in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 94 anni). Nessun decesso nelle province di Piacenza, Modena, Ravenna e Rimini.

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.216.